ore:  15:12 | Maltempo, codice arancione per temporali, vento e mareggiate dalle 18 di oggi, giovedì, alle 20 di sabato 26 settembre

ore:  14:34 | Coronavirus: TOSCANA – 90 nuovi casi, 1 decesso, 93 guarigioni

ore:  13:02 | allerta colore Giallo per rischio idrogeologico idraulico e temporali forti a partire dalle ore 13.00 Mercoledì, alle ore 23.59 Giovedì, 24 Settembre 2020

ore:  14:57 | Codice giallo per pioggia e temporali fino alla mezzanotte di domani

ore:  13:02 | Maltempo, codice giallo per temporali forti fino alle 20 di oggi

martedì, 21 luglio, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/07/21/spiragli-positivi-per-leconomia-apuana-bene-il-tasso-di-crescita-delle-aziende-positivo-per-il-secondo-anno-consecutivo-ma-la-disoccupazione-continua-a-crescere/

Mediavideo Antenna3

SPIRAGLI POSITIVI PER L’ECONOMIA APUANA: BENE IL TASSO DI CRESCITA DELLE AZIENDE, POSITIVO PER IL SECONDO ANNO CONSECUTIVO MA LA DISOCCUPAZIONE CONTINUA A CRESCERE

di  Redazione web

aziendaNel 2014 in provincia di Massa-Carrara sono nate ogni giorno 4 aziende, a conferma del trend positivo del tasso di crescita, per il secondo anno consecutivo. L’export continua ad andare a gonfie vele, e a trainare il lapideo. Commercio ed artigianato soffrono ancora e anche la disoccupazione, purtroppo, continua a salire. Sono questi in estrema sintesi i dati salienti del Rapporto Economia 2015, l’analisi dell’andamento dell’economia apuana curata dall’Istituto di Studi e Ricerche della Camera di Commercio di Massa Carrara e presentato questo pomeriggio a Palazzo Binelli. Il report, basato sui dati 2014, rileva quindi i primi spiragli di luce anche se il nostro territorio non è ancora completamente fuori dalla crisi ma – dicono gli esperti – si sta preparando ad uscirne. Il Pil apuano resta ancora negativo ed è fermo a -0,2% anche se a preoccupare maggiormente sono 3 mila disoccupati in più registrati nel corso dell’anno passato. Sul fronte dell’occupazione, sono 14.630 le persone in cerca di lavoro, per lo più donne. E così il tasso di disoccupazione tocca la soglia storica massima del 16,4% a fronte di una media regionale del 10,1% e ben superiore anche a quella nazionale del 12,7%. Contestualmente  il tasso di occupazione scende leggermente, passando dal 59% all’attuale 58%. Cala anche il reddito disponibile pro-capite sceso a 13.890 euro, il valore più basso degli ultimi quindici anni ed ancora fermo all’ultima posizione nella graduatoria regionale. Bene come ormai è consuetudine i dati sull’export che registra un nuovo record con un +24% rispetto all’anno precedente, per un’incidenza che ci vede salire al 7,1% del totale delle vendite toscane. Nel lapideo gli utili volano mentre nell’industria manifatturiera, c’è la spinta ma solo sulle imprese medio-grandi.

Al porto si registra un crollo tonnellate movimentate, con un  –7,3%. Risale invece il Turismo, con un numero  di pernottamenti superiore al 2013 di quasi 50mila unità.

di Cinzia Chiappini

ore: 18:25 | 

comments powered by Disqus