È stata raggiunta un’intesa a Casa Ascoli con le cooperative che precedentemente operavano presso la struttura, consentendo così di saldare i debiti accumulati. Questo accordo, che sarà formalizzato nelle prossime ore, rappresenta un passo fondamentale per la rsa del Comune di Massa. Una volta firmato, il consiglio d’amministrazione di Casa Ascoli e della rsa Pelù potrà presentare richieste di finanziamento agli istituti di credito per applicare il piano di risanamento economico-finanziario dell’azienda speciale per i servizi alla persona.

Il piano di risanamento è diventato necessario per affrontare i considerevoli debiti di Casa Ascoli accumulati nel corso degli anni, soprattutto nei confronti delle cooperative come Compass, Di Vittorio e Toscana Food Service, che vantano crediti per circa 3,6 milioni di euro. Giancarlo Casotti, presidente del cda Casa Ascoli, ha confermato che è stato trovato un accordo preliminare per il saldo e lo stralcio del debito con queste cooperative.

Una volta formalizzato l’accordo, Casa Ascoli cercherà finanziamenti dai istituti di credito per risolvere i debiti pendenti da oltre 10 o anche 15 anni. Casotti ha sottolineato che sarà presentato un piano elaborato dallo Studio Bascherini, che prevede soluzioni per risanare i debiti pregressi e garantire un futuro stabile.

Casotti ha anche evidenziato che la situazione finanziaria attuale è migliorata grazie alla nuova gara di affidamento dei servizi interni alle strutture, che ha comportato un risparmio significativo.

La cooperativa La Salute è stata pagata regolarmente, mentre la gara del “global service” ha permesso di contenere i costi, con un risparmio stimato di circa 500mila euro rispetto al 2022.