Nei giorni scorsi, presso la caserma “M.O.V.M. Vincenzo Giudice”, sede del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Massa Carrara, si sono svolti, in più occasioni, incontri volti a diffondere le pratiche di primo soccorso, rianimatorie e disostruttive “B.L.S.D.” (Basic Life Support and Defibrillation), soprattutto pediatriche, per operatori non sanitari, con accenni alle manovre di rianimazione previste dal protocollo “P.B.L.S.D.” (Pediatric Basic Life Support and Defibrillation) e con un focus importante sul tema della disostruzione delle vie aeree.

L’attività addestrativa si inserisce nell’interesse della Guardia di Finanza per l’adeguata formazione del proprio personale e per le più ampie iniziative che il Comando Provinciale pone in essere nell’ambito delle attività di “assistenza e protezione sociale”.

I corsi di formazione sono stati tenuti da Gabriele Magnanini, formatore sanitario e istruttore B.L.S.D./P.B.L.S.D. e ha visto la partecipazione di 50 militari in servizio presso i Reparti dipendenti e loro familiari.

L’iniziativa si inserisce nella consolidata ed efficace collaborazione tra la Guardia di Finanza ed operatori del settore, che ha consentito, nel tempo, di tenere diversi corsi sia di primo soccorso che sull’utilizzo del defibrillatore semi-automatico esterno.

I militari discenti hanno mostrato particolare interesse nell’affrontare la tematica, consapevoli che la fibrillazione ventricolare e la tachicardia ventricolare senza polso sono le cause prevalenti di decesso per arresto cardiaco e che la piena conoscenza di tali tematiche e della defibrillazione precoce, in caso di emergenza, rappresenta il sistema più efficace per garantire una maggiore percentuale di sopravvivenza.

Lascia un commento