ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

domenica, 20 maggio, 2018

https://www.antenna3.tv/2018/05/20/potere-al-popolo-ha-presentato-il-programma/

Mediavideo Antenna3

POTERE AL POPOLO HA PRESENTATO IL PROGRAMMA

di  Redazione web

Sabato pomeriggio abbiamo presentato il nostro programma al BAR Equador. Il luogo non è stato casuale: a due passi dalla Mostra della Resistenza, dalla sede dell’ANPI e il “disastro” del Giardino del Pomerio Ducale. Riteniamo poi che sia veramente poco etico spendere soldi per l’affitto di sedi prestigiose, mentre la crisi colpisce molte famiglie della città.

16 pagine fatte di analisi e soluzioni concrete, che potrebbero partire il giorno successivo al nostro insediamento al governo della città: le delibere di Giunta e quelle consiliari sono in fase avanzata di definizione.

Nel nostro programma proponiamo una nuova visione di città che metta le cittadine e i cittadini al centro del percorso, che provi a rompere definitivamente con gli schemi, fallimentari del passato, in campo ambientale, urbanistico, di evoluzione produttiva, nella salvaguardia dei diritti del lavoro.

Soprattutto crediamo che i soldi per fare ci siano e non siano ben distribuiti, sarà nostra intenzione andarli a prendere per restituirli alle cittadine e ai cittadini.

Ispirati dalla Costituzione vogliamo applicarla veramente sul nostro territorio, l’abbiamo difesa tutte e due le volte che forze di destra e forze di centrosinistra hanno provato a violarla e ora vogliamo renderla operativa.

A partire dagli art 1 e 4, dal lavoro che riteniamo sia elemento imprescindibile, dall’art 9 per la promozione di una cultura popolare che si sviluppi dal basso e per la difesa del paesaggio, dell’ambiente che significa anche art 32 per la garanzia della salute che deve essere pubblica. Dagli art 3 e 53 per l’uguaglianza sociale che deve ispirare sia una città accogliente che politiche sociali che devono rimuovere gli ostacoli per il benessere delle cittadine e dei cittadini: ognuno secondo le proprie possibilità, a ciascuno secondo le proprie esigenze. Dall’art 42 per riconoscere la funzione sociale delle proprietà pubbliche e private.

Per questo proponiamo il lavoro come elemento dei patti territoriali e la possibilità concreta dei lavoratori di autorganizzarsi in cooperative, un Consorzio ZIA che faccia il suo mestiere, un’acqua veramente pubblica con una GAIA società di diritto pubblico e non più SPA, un approccio ai problemi di convivenza tra le residenti e attività economiche non militarizzato ma che sia affrontato alla radice, una sanità che torni ad essere pubblica nella sua interezza sia nei rapporti con le cittadine e i cittadini che nei confronti con i propri dipendenti, un’ambiente che sia finalmente al centro dell’azione amministrativa e non suddito degli affari privati: bonifiche, discariche e distruzione delle Apuane sono ogni giorno a ricordarci che quello che stato fatto fino ad oggi non è più sostenibile. Una cultura che si autoalimenti dal basso fornendo spazi e opportunità per tutti, per sperimentare soluzioni che escano dagli schemi per generare qualcosa di innovativo. Un richiamo ai proprietari pubblici e privati di beni abbandonati nella nostra città e alla funzione sociale richiamata dall’art 42, beni inutilizzati che devono essere rimessi in disponibilità della collettività e che sono elemento non solo di degrado diffuso, ma soprattutto di perdita di dignità della nostra città. Un turismo non più unico ma che sappia sfruttare clima e ambiente per larga parte dell’anno e possa valorizzare storia, cultura e luoghi di cui il nostro territorio è ricco spesso a sua insaputa. L’importanza delle donne nella nostra società deve essere concretizzata, non bastano più manifestazione di solidarietà, ma servono atti concreti che annullino le distanze che la società maschilista ha posto negli anni.

Insomma una città che non miri più allo sviluppo che negli ultimi 40 anni ha solo creato contraddizioni e fratture con l’ambiente e nella società, ma ad una evoluzione che guardi oltre i problemi quotidiani che riteniamo possano essere risolti semplicemente uscendo dalle logiche di emergenza.

Le nostra priorità possono essere lette a questo indirizzo web www.poterelapopolomassa.it, mentre il programma intero allo stesso indirizzo sotto la voce programma.

ore: 20:50 | 

comments powered by Disqus