Augusto Castelli è nato a Carrara, ex Capo Squadra Esperto dei Vigili del Fuoco.
Ha ricoperto anche l’incarico di Responsabile Provinciale CGIL Vigili del Fuoco.
Ha prestato servizio presso :
 –  Il  Commando provinciale di Piacenza
 – Il Commando provinciale di Firenze.
 – La Caserma di Via Covetta a Carrara Avenza.
Nello svolgimento della sua attività, ha preso parte nei soccorsi, per i terremoti dell’Umbria e delle Marche, colpite dal sisma, nel Settembre e Ottobre del 1997. Così anche per il sisma del 2006 che ha colpito l’Abruzzo e specialmente la Città Dell’Aquila. Nel 2013, ha partecipato ai soccorsi per il sisma che ha colpito l’Emilia-Romagna.
Inoltre,  ha preso parte ai soccorsi, nelle alluvioni che hanno colpito la Città di Carrara e di quelle che si sono verificate nei territori della Lunigiana.                          
Augusto Castelli ha trovato in Articolo Primo una convergenza di ideali e di programmi,  distanti dalla politica dei partiti. Con una comunanza di intenti, da operare per il bene della Città di Carrara. Mettendo le proprie esperienze e la professionalità, al servizio della comunità.

Sono nato e cresciuto  in questa Città, ne conosco le problematiche, specialmente quelle legate alla mia professione, in primis la sicurezza. Stando a contatto con la gente, ne ho ascoltato anche i problemi. E questi sono tanti e importanti,  attualmente vivo in un paesino a monte (Gragnana), vorrei mettere il mio impegno per frenare l’inesorabile declino delle nostre frazioni. I cittadini  dei paesi che vivono a monte, non sono Cittadini di serie B, perché è cosi che si sentono. E’ uno slogan ormai logoro, ma che rispecchia la realtà!
I paesini di Carrara presentano problematiche da sempre irrisolte:
La viabilità, il dissesto idrogeologico, il mancato recupero del patrimonio immobiliare. Grandi questioni da non perdere di vista e da risolvere, ma dobbiamo provare a risolvere anche questioni meno onerose che oggettivamente creano difficoltà nel quotidiano dei cittadini che vivono a monte”.

Il trasporto pubblico locale: Ormai ridotte a 3 o 4 corse giornaliere, dei mezzi pubblici che collegano i paesini a monte con la Città. Occorrerebbe intensificare le corse, cercando di attirare il maggior numero di passeggeri, con abbonamenti anche settimanali a basso costo.

Rete ADSL e copertura 4G: Molte zone del nostro comprensorio, specialmente i paesini a monte, sono mal serviti dalla rete ADSL, mentre e carente la copertura delle nuove frequenze per i servizi Mobile, creando disaggio e anche frustrazione tra i giovani. Creando ostacoli anche nel mercato immobiliare.

Centri di aggregazione: C’è molta carenza di spazi per il tempo libero. Si dovrebbero individuare anche piccoli locali nei singoli paesini e attrezzarli per il tempo libero degli anziani. Creare o rivitalizzare spazi verdi già esistenti, per lo svago  all’aria aperta dei bambini. Andrebbe rafforzata la sinergia tra Comune, circoscrizioni e Pro loco, fondandole dove assenti.

Strade: Particolare attenzione va data alla manutenzione e pulizia delle strade. Gli smottamenti sono spesso derivati dalla mancanza di pulizia dei canali di scolo e dalla mancata cura dei muri di contenimento.

Decoro Urbano: Nei Paesini, sono presenti veri e propri pezzi di storia e arte, lasciati in decadenza. Dalle fontane, alle piazze e alle scalinate, necessitano tutte di restauro e manutenzione. Luoghi che possono essere abbelliti aggiungendo anche delle semplici panchine in marmo.

Ponti e fiumi: Nel nostro territorio esistono pochi fiumi, ma molti ponticelli antichi, che hanno anche valore storico. Nel mio lavoro ho dovuto interessarmi alla loro sicurezza, ritengo che i ponti vadano restaurati e rinforzati e per garantirne maggiore sicurezza  e durata, si potrebbe anche intervenire abbassando l’alveolo dei fiumi, previo studio idrogeologico.

“Queste sono alcune tematiche di cui mi sono interessato e che in Articolo Primo sono molto sentite, come altri problemi che affliggono la città e su cui lavorano molti di noi, col desiderio di migliorare la città e non di specularci sopra. E mio desiderio, insieme ad Articolo Primo, dare un contributo concreto alle necessità dei cittadini e della Città di Carrara”

Augusto Castelli
Articolo Primo