ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

lunedì, 9 gennaio, 2017

https://www.antenna3.tv/2017/01/09/relazione-sopralluogo-vecchio-ospedale-ss-giacomo-e-cristoforo-padiglione-bechini/

Mediavideo Antenna3

Relazione sopralluogo vecchio ospedale SS. Giacomo e Cristoforo ( padiglione Bechini)

di  Redazione web

Relazione sopralluogo vecchio ospedale SS. Giacomo e Cristoforo ( padiglione Bechini)

Presenti al sopralluogo: dott.ssa Guglielmi Monica, Del Grande Sirio, responsabile Comunicazione Asl di Costa, Valerio Roberta, membro Comunicazione Asl di Costa, Cerutti Teresa, geometra Asl

Consiglieri presenti Commissione Sanità:, Casotti Giancarlo, Bertelloni Sabrina, Biancolini Eleonora, Carmassi Daniele, Benedetti Stefano, Paci Matteo

Presente Associazione “Al Prado”, presidente Lunardini Ernesto

Presente Angeli Manuela, vice presidente “Massa Città Nuova”

 

20170109_091546Questa mattina 09/01/2017 la Commissione Sanità del Comune di Massa, composta dai sopracitati commissari ed accompagnata dal Sindaco di Massa, ha eseguito l’annunciato sopralluogo presso il vecchio ospedale  nella parte di proprietà pubblica. All’iniziativa ha preso parte una delegazione dell’Asl di Massa Carrara, guidata dalla dottoressa Monica Guglielmi.

L’ iniziativa si è resa necessaria a seguito di un percorso emerso in Commissione Sanità e sulle indicazioni del Sindaco Volpi, che più volte ha affermato l’esigenza di creare un secondo polo rispetto alla sede di via Bassa Tambura, che sarà comunque potenziata nel prossimo futuro. In tal senso, considerando non opportuno costruire un nuovo distretto – Casa della Salute a causa di inevitabili tempi troppo lunghi ed a fronte di scarse risorse finanziarie, è stata fortemente sostenuta la necessità di recuperare gli immobili pubblici non utilizzati, anche per allontanare eventuali rischi di occupazioni abusive.

Per questo motivo è emersa la possibilità di utilizzare spazi all’interno della struttura ex ospedaliera ed in particolare nell’area di proprietà della casa di riposo Ascoli, non compresa nelle ipotesi di demolizione né di 20170109_091243trasformazione in senso residenziale, secondo quanto previsto nella proposta di variante urbanistica presentata dalla Regione Toscana ed inserita nel Regolamento Urbanistico adottato. Tale area potrebbe rappresentare una  sede ideale per la realizzazione di un secondo grande polo sanitario, con il distretto -Casa della Salute sia per la sua collocazione, sia per il benefico effetto che la riapertura di quel luogo produrrebbe in termini di qualità della vita dell’intera zona . Bisogna anche considerare che , a queste due sedi, ne sarà aggiunta una terza a Marina di Massa, rispetto alla quale l’Amministrazione Comunale ha già dato la piena disponibilità all’ Asl delle due sedi comunali di via Modena e via Serchio. E’ ovvio che la decisione finale in termini di localizzazione e di risorse in materia di distretti – Case della Salute, spetta all’ Asl ed alla Regione che debbono accettare di impegnarsi concretamente in tale direzione. In questo senso, di fronte alle indicazioni di possibili soluzioni da parte della Amministrazione comunale, l’ Asl e la Regione avranno il compito di accoglierle e l’onere di  finanziarle. In conclusione, la posizione del Sindaco e della Commissione Sanità del Comune di Massa è chiara e trasparente: “ il vecchio ospedale ci pare il luogo più indicato per un secondo polo distrettuale compresa la Casa della Salute, che potenzierebbe la sanità territoriale fornendo servizi in grado anche di alleggerire il carico, altrimenti difficile da sostenere del Pronto Soccorso. Un tale sistema consentirebbe anche quell’integrazione fra servizi sanitari e servizi sociali che rappresenta la strada migliore per sviluppare insieme alle attività di cura, quelle di prevenzione e riabilitazione”.

 

20170109_112414_ink_liIl Sindaco Alessandro Volpi, il Presidente della Commissione Giancarlo Casotti, i Commissari: Stefano Benedetti, Sabrina Bertelloni, Matteo Paci, Eleonora Biancolini e Daniele Carmassi

ore: 15:48 | 

comments powered by Disqus