Lorenzo Forcieri ha rassegnato le dimissioni da presidente dell’Autorità portuale di La Spezia con una lettera inviata al ministro delle infrastrutture e dei porti, Graziano Delrio. Forcieri é indagato a piede libero per corruzione e abuso d’ufficio nell’ambito della maxi inchiesta che ha coinvolto il porto spezzino a causa di sospetti appalti truccati e ipotesi di corruzione. Su Forcieri, assistito dagli avvocati Corradino e Mione, pende la richiesta di interdizione dai pubblici uffici e domani sarà ascoltato dal gip. Forcieri è in scadenza di mandato come presidente del porto.
Nei giorni scorsi il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio ha inviato in Regione il nome del successore che è stato individuato in Carla Roncallo, che ha avuto il placet del governatore Giovanni Toti.