ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

sabato, 24 ottobre, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/10/24/il-piano-operativo-comunale-e-la-delocalizzazione-delle-aziende-di-via-argine-destro/

Mediavideo Antenna3

Il Piano Operativo Comunale e la delocalizzazione delle aziende di Via Argine Destro

di  Redazione web

L’Amministrazione di Carrara ha annunciato che con il nuovo Piano Operativo Comunale,  vorrebbe delocalizzare le segherie di marmo oggi attive in via Argine Destro.

Aldilà delle complessità di qualsiasi iniziativa di delocalizzazione, che richiede il reperimento di aree idonee, un accordo con le ditte interessate e adeguate condizioni economiche per le quali probabilmente non saranno sufficienti semplici perequazioni urbanistiche, in questo momento la proposta appare quanto meno inopportuna.

Le aziende di via Argine Destro hanno subito danni gravissimi a seguito dell’inondazione del 5 novembre 2014, ed hanno fatto fronte alla situazione con uno sforzo immane per evitare la chiusura e la perdita di posti di lavoro, il tutto in grande solitudine.

In questo difficile,  solitario,  tentativo di recupero di “normalità”  queste aziende – che ricordiamo non sono un appendice marginale o ingombrante ma una importante realtà produttiva del nostro territorio,  altamente specializzata nelle lavorazioni lapidee – di certo non vogliono parlare di delocalizzazione.  E,  se anche l’argomento fosse in discussione, si dovrebbe preliminarmente  individuare un’area dove poter  costruire un progetto solido, sicuro e sostenibile, con la stessa viabilità, i  servizi e le condizioni operative delle aree industriali degli altri distretti lapidei italiani (in primis, Verona).

Queste imprese si sono insediate sull’argine destro  conformemente alle previsioni urbanistiche del Piano Piccinato (1971);  qui hanno realizzato consistenti progetti industriali e  nessuna impresa immobilizza risorse in impianti se, dopo qualche  anno, deve trasferirsi in un’altra area.

Prima di avventurarsi in progetti complessi e di esito incerto, l’Amministrazione Comunale avrebbe dovuto far sentire la propria vicinanza alle aziende,   intervenire per rendere possibile il ripristino della viabilità e metterle così in condizione di operare in  normali condizioni risparmiando notevoli disagi a clienti, trasportatori e lavoratori.

Questi sono i problemi improrogabili che l’Amministrazione dovrebbe affrontare.  La situazione di  perdurante emergenza mette sicuramente  in secondo piano i progetti  di delocalizzazione e queste prospettive che comunque, prima di essere commentate sui giornali,  dovrebbero essere valutate insieme alle imprese che si vogliono trasferire.

Associazione Industriali Massa Carrara

ore: 12:00 | 

comments powered by Disqus