ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

domenica, 28 ottobre, 2018

https://www.antenna3.tv/2018/10/28/67326/

Mediavideo Antenna3

MUSETTI “No alle strade a Cucchi. A Carrara vogliamo una strada al Maresciallo Maggiore Taibi.”

di  Redazione web

Nella Roma della grillina Raggi è già cosa fatta. Una strada della capitale sarà intitolata a Stefano Cucchi, il giovane ragazzo rimasto vittima di un pestaggio da parte di alcuni carabinieri nella caserma dove era stato tradotto dopo l’arresto per  spaccio di stupefacenti.
Convintissimo che nessuno deve essere malmenato e che la giovane vita di Cucchi va rispettata, e il suo caso deve far riflettere perché questo eventi non accadano più, sono altrettanto convinto che il suo non è né un esempio ne un martirio ne, tantomeno, una vita degna da ricordare a perenne memoria con l’intitolazione di una strada.
Gli spazi pubblici prendono nomi in una cartina toponomastica fatta  di donne e uomini di genio, d’ intelletto, di padronanza artistica e politica, di martiri ed eroi che uniscono e caratterizzano un popolo e uno Stato.
Questo sicuramente non è il caso di Cucchi, una vittima di persone che pagheranno per il loro gesto violento, ma che merita solo un rispetto silenzioso, e non certo fasti ed allori.
E visto che pare ci siano intenzioni anche a Carrara di portare in consiglio comunale la proposta di una strada a Carrara a nome di Cucchi, nello sdegno che la proposta mi provoca, ribadisco l’esigenza opposta e mi appello al Consiglio Comunale, al Sindaco, al nuovo Capitano dei Carabinieri Cristiano Marella a cui va il benvenuto unanime per il suo arrivo in città ormai  da diversi mesi, per intitolare una strada cittadina a un vero eroe che ha vissuto fra di noi e che ne merita il gesto di cordoglio perenne.
Il suo nome si ricorda ancora e la sia storia fa ancora male. Maresciallo Maggiore Antonio Taibi. Lui si che merita di essere ricordato nella nostra città, perché esso, nello svolgimento del suo difficile lavoro, ha incontrato la morte per la mano della follia e della ribellione spregiudicata alla giustizia, ossia alla dottrina collettiva dello stato sociale.
A lui vanno i riconoscimenti di questa città, che ha bisogno di ricordare chi ha sacrificato la vita perché noi potessimo continuarla a vivere più  serenamente.
Gianni Musetti
Dirigente Forza Italia Massa Carrara

ore: 16:43 | 

comments powered by Disqus