ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

venerdì, 27 aprile, 2018

https://www.antenna3.tv/2018/04/27/carmen-menchini-se-questo-significa-essere-onesti/

Mediavideo Antenna3

Carmen Menchini “Se questo significa essere onesti”

di  Redazione web

All’apertura del Consiglio Comunale di oggi 27 aprile ho fatto una dichiarazione per spiegare perché secondo me tutte le convocazioni che seguiranno da qui al 10 giugno sul Regolamento Urbanistico sono illegittime, irregolari e fortemente soggette al rischio di inquinamento del voto, che è il motivo per cui la legge impedisce lo svolgimento dei consiglio comunali nel periodo antecedente le elezioni.

Vi serviranno una spiegazione su un piatto d’argento: l’urgenza di approvare il R.U. Che è atteso da anni, prima del 24 luglio data di scadenza delle norme di salvaguardia.

Innanzitutto va chiarito che non è in fase di votazione l’approvazione del R.U., ma le osservazioni dei cittadini. Quand’anche si finissero le osservazioni, queste vanno mandate a Firenze in Regione, devono essere visionate, ripubblicate con tempo di nuove osservazioni per 60 giorni(!!!), poi nuovamente portate in consiglio comunale per  il che rende già di per sé impossibile l’approvazione entro il 24 luglio. Quindi l’urgenza se c’era andava affrontata bene prima di maggio. Ma non lo si è fatto scientemente, e se ne capisce il motivo. Proprio per arrivare a discutere il grosso delle osservazioni in periodo di campagna elettorale, per avere merce di scambio.

Non era chiaro perché il Sindaco e l’Amministrazione avesse atteso fino a gennaio 2018 per portare all’attenzione del consiglio comunale il R.U. Ma ora la verità di squaderna sotto i nostri occhi in maniera prepotente, basta assistere alle sedute del consiglio comunale per averne la chiara dimostrazione: ci sono certi emendamenti presentati da consiglieri o dagli uffici a cui manca solo l’indirizzo e il nome e cognome dei proprietari degli edifici a cui si riferiscono.

Questa si chiama captatio benevolentiae ed equivale ad una promessa di scambio o di intenzione di voto che non è moralmente ammissibile.

La superficialità con cui tutta l’assise comunale si appresta a varare queste sedute è sconvolgente, mai era stata portata a termine una operazione così smaccatamente elettorale alla piena luce del sole, con il colpo da maestro, degno della mente di un grande prestigiatore, di presentare l’operazione come il Bene dellla città, il sacrificio dei buoni , per il bene collettivo.

A ciò aggiungiamo che il consiglio per poter deliberare si è auto legittimato con una delibera concordata solo dalla nuova maggioranza emersa dalle primarie di centrosinistra, che ci fa chiaramente capire come all’ accordo sul proseguimento dei lavori faccia da contraltare ben altro accordo di spartizione. Non viene infatti avanzata nessuna proposta sensata di chiudere quanto fatto fino ad ora mandare in Regione almeno quello, ma in pochi giorni si vuole trattare tutto ciò che non si è stati in grado di fare in cinque anni.

Se questo significa essere onesti…

ore: 18:27 | 

comments powered by Disqus