ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

martedì, 24 aprile, 2018

https://www.antenna3.tv/2018/04/24/carmen-menchini-la-notte-degli-inganni/

Mediavideo Antenna3

Carmen MENCHINI “LA NOTTE DEGLI INGANNI”

di  Redazione web

Scrivo. Scrivo perché ho bisogno di chiarezza, che è l’unica cosa che manca oggi 24 aprile in Consiglio comunale a Massa.

Ho ricevuto per email una convocazione per discutere importanti e urgenti pratiche per stanotte 25 aprile alle ore 00.01.

La domanda è perché?

Perché questa amministrazione ha bisogno di convocare un consiglio comunale nel giorno in cui si festeggia la Liberazione d’Italia, tutti gli uffici sono chiusi, le scuole pure, ed è Festa Nazionale, per giunta nel mezzo della notte?

Dovete sapere che il 10 giugno si svolgeranno le elezioni amministrative e per legge non è possibile votare pratiche nel periodo immediatamente precedente tale data. La data ultima per votare le pratiche è proprio il 25 aprile.

Prima osservazione. La Giunta si è accorta solo adesso di questa data?

Ha atteso l’ultimo giorno utile per convocare il consiglio? Non lo sapeva prima? Certo, mi direte, da chi convoca i consigli alle 21 del 31 dicembre, che cosa ti vuoi aspettare? è sotto gli occhi di tutti la grande “capacità di programmazione” dell’amministrazione Volpi, decantata per altro anche nei vari documenti di chi ha sottoscritto le primarie.

Però qui ci sono almeno altri tre aspetti da evidenziare.

Perché nel mezzo della notte?

Perché se le pratiche erano urgenti non si è convocato regolarmente un consiglio di mattina ma si sceglie di farlo durante la notte?

Le pratiche in votazione non sono esattamente delle noccioline, tra di esse figura una variante al quadro conoscitivo del Piano Strutturale, con riferimento alle fasce di rispetto dei cimiteri. In consiglio comunale c’è stata in questi mesi una discussione molta accesa in proposito e non si è mai pervenuti a nulla e ora improvvisamente nell’ultimo giorno utile si va a votare questo atto di notte; poi c’è una variante tipologica la cui richiesta risale al novembre del 2016 e di cui si scopre l’urgenza solo nell’ultimo giorno utile prima di entrare nel vivo della campagna elettorale.

Non c’è nessun motivo che giustifichi una convocazione notturna.

Poi c’è la seconda e decisiva questione. In queste ore mentre scrivo, è stata chiesta una sospensione del consiglio comunale, perché una parte dei consiglieri, diciamo quelli che hanno aderito al percorso delle primarie, si sta mettendo d’accordo su come fare a proseguire i lavori del Consiglio sul Regolamento Urbanistico anche dopo la scadenza del 25 aprile, in barba ai divieti. La questione sarà posta in questi termini: il R.U. è o non è una pratica urgente?

Voglio essere molto chiara su questo punto. Più di una volta in consiglio comunale sono giunte in questi mesi osservazioni simili che hanno avuto risposte discordanti e come esponente dell’opposizione, come cittadina, l’ho denunciato e ho ripetuto che dovevano essere varate norme imparziali. E questo a cose normali. Come si fa a votare le osservazioni dei cittadini con nome e cognome nel pieno della campagna elettorale senza pericolo di inquinamento del voto? Il rischio, secondo me la certezza, è che quel che resta di questo rattoppato e mal fatto regolamento urbanistico diventi ancor più di quanto non sia stato fino ad ora un mercimonio, uno scambio di voti in consiglio e preferenze il 10 giugno.

Il terzo aspetto e la cosa che trovo più rivoltante è che tutto questo viene e verrà deciso in queste ore facendolo figurare come senso del dovere, quello di partecipare ad un consiglio notturno il 25 aprile, all’ombra di chi ha combattuto ed è morto per darci un paese democratico a cui facciamo veramente poco onore.

E chi non ci sarà, perché si rifiuta di essere complice di questo scambio di promesse, voti e favori, sarà additato ancora una volta come “irresponsabile”. Eccomi qua! Insultatemi e inventatevi le vostre spiegazioni che non giustificano se non i vostri interessi. Io non sarò complice di questo oltraggio alla memoria dei caduti per la Resistenza!

ore: 20:16 | 

comments powered by Disqus