Ho letto con stupore la sua quanto pubblicato sulla stampa dal Tribunale per i Diritti del Malato, relativamente al presunto depotenziamento della dermatologia di Massa Carrara, devo constatare che in quello che scrive Giovanni Mocci vi sono molte imprecisioni”. Così la direttrice generale della ASL Toscana nord ovest, Maria Teresa De Lauretis, interviene su questione dermatologia. “La prima imprecisione riguarda il ruolo che il dott. Battistini aveva all’interno dell’unità operativa. Come Mocci dovrebbe sapere, il dott. Battistini vinse il concorso da primario ma rinunciò al ruolo, di fatto rimase scoperto il primariato della dermatologia, quindi non si capisce a quale declassamento si riferisce.  La scelta di nominare il dott. Marsili non è dettata  da logiche economiche ma da una logica di rete tra strutture sanitarie, tale organizzazione porterà un valore aggiunto alla dermatologia senza che i pazienti si debbano spostare non solo, a Carrara si potranno effettuare interventi più complessi rispetto a quelli eseguiti fino ad oggi”. 

“Non  parlerei, quindi, né di tagli, né di declassamento e neppure di accorpamento di reparti ma di una organizzazione che risponde pienamente alle esigenze della popolazione e della struttura. 

Infine, non capisco da dove nasca la notizia del trasferimento del direttore  di otorino, non c’è stato trasferimento ma, come nel caso della dermatologia, il dott. Muscatello è stato nominato primario anche in Versilia, non dimentichiamoci che ormai da più di due anni, siamo l’Azienda Usl Toscana nord ovest e che la messa in rete dei diversi ospedali è diventa prassi in tutte le ex ASL, senza  che ciò abbia portato a declassamenti di sorta. Ad oggi, nell’ambito territoriale di Massa Carrara, sono stati effettuati investimenti e non è in atto alcun stillicidio, basti pensare alla costruzione di un nuovo ospedale, all’acquisizione di macchinari diagnostici di ultima generazione e anche alla valorizzazione delle professionalità presenti nella zona”.