ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

mercoledì, 22 marzo, 2017

https://www.antenna3.tv/2017/03/22/il-parco-sospende-la-lavorazione-alla-cava-madielle-lo-decreta-lordinanza-del-commissario-alberto-putamorsi/

Mediavideo Antenna3

Il Parco sospende la lavorazione alla cava Madielle. Lo decreta l’ordinanza del commissario Alberto Putamorsi

di  Redazione web

“Immediata sospensione di qualsiasi lavorazione estrattiva presso la cava Madielle in quanto in assenza della Pronuncia di compatibilità ambientale e di nulla osta del Parco”. Recita così l’ordinanza n.3 del 15/03/2017 emessa dal Commissario del Parco Regionale delle Alpi Apuane Alberto Putamorsi.

L’atto è stato notificato alla ditta De Angelis Giovanni srl per le lavorazioni presso la cava Madielle, che il 1 settembre 2016 aveva chiesto al Parco il rilascio di una nuova pronuncia di compatibilità ambientale in vista della scadenza della pronuncia precedente, la n. 21 del 28.10.2011.

Il 4 Novembre 2016 la prima riunione della conferenza dei servizi ha richiesto documentazione integrativa e ha stabilito di effettuare un sopralluogo ricordando alla ditta De Angelis Giovanni srl che, essendo scaduta la pronuncia di compatibilità ambientale, non era possibile esercitare alcuna attività estrattiva. Ne è seguito un sopralluogo effettuato dal Parco e dal comune di Massa a seguito del quale l’Ente Parco, con nota n. 3990 del 06.12.2016, ha chiesto alla ditta De Angelis Giovanni srl di trasmettere la planimetria sovrapposta tra lo stato autorizzato e lo stato attuale, con la descrizione di tutte le opere realizzate in difformità, sia quelle relative alla estrazione sia quelle relative alle discariche, con relativa documentazione fotografica e con la quantificazione dei volumi abusivamente scavati.

Ad oggi – precisa l’ordinanza emessa da Putamorsi –  la ditta De Angelis Giovanni srl non ha trasmesso né la documentazione integrativa richiesta dalla conferenza dei servizi del 04.11.2016, né quanto richiesto con nota del Parco n. 3990 del 06.12.2016 e pertanto, essendo trascorsi 45 giorni assegnati nella nota n. 3712 del 08.11.2016 con cui è stato trasmesso il verbale della conferenza, la domanda di pronuncia di compatibilità ambientale è da intendersi archiviata.”

La realizzazione di sbassi nel piazzale principale della cava, di ampliamenti nel cantiere intermedi, di un ravaneto nella parte sud della cava e l’escavazione nella zona alta del sito estrattivo sono le opere contestate dal Parco perché difformi dalla pronuncia di compatibilità ambientale e dal nulla osta. Da qui l’immediata sospensione e la riduzione in pristino e “la risistemazione e l’eventuale ricostruzione dell’assetto morfologico ed idrogeologico e delle specie vegetali ed animali.”

La ditta avrà 30 giorni di tempo dalla notifica dell’ordinanza per presentare al Parco un progetto di ripristino e sistemazione ambientale dell’area interessata e tre mesi per realizzare le opere.

ore: 13:06 | 

comments powered by Disqus