ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

mercoledì, 1 marzo, 2017

https://www.antenna3.tv/2017/03/01/caruso-usciamo-dalla-perenne-campana-populista-che-soffoca-questa-citta/

Mediavideo Antenna3

Caruso: “Usciamo dalla perenne campana populista che soffoca questa città.”

di  Redazione web

 

La vicenda “Astor” merita alcune precisazioni dato che mi ha visto interessato dal primo momento.

Nella campagna elettorale che mi vide candidato sindaco, nel 2013, avevo esplicitamente scritto che una delle necessità/priorità per i massesi e per la città intera, era la riapertura della sala cinematografica.

Dopo circa un anno e mezzo,  contattai la proprietà del cinema Astor per capire esattamente quali erano le problematiche che impedivano la riapertura di questa sala strategica.

L’investimento non era certo proibitivo per la messa a norma della struttura, però nessuno dell’amministrazione ha accennato ad una collaborazione per risolvere il problema.

Un anno dopo siamo partiti con la raccolta firme, subito seguita da un’iniziativa parallela proposta da un non meglio precisato gruppo organizzatore.

Siccome la nostra raccolta firme secondo qualcuno era “politicizzata” in quanto sui moduli c’era il simbolo di un partito che non apparteneva al novero di quelli di centro-sinistra (unici autorizzati a raccogliere firme inutilmente), l’iniziativa fu sospesa, però si scopre, adesso, che le firme raccolte all’epoca non si sa che fine abbiano fatto e, soprattutto, non hanno prodotto alcun effetto se non quello di sollevare una scaramuccia mediatica inutile.

Nel 2015, quando decisi di portare in città, e soprattutto in piazza Bertagnini, la Mondadori, la prima persona che contattai per studiare la possibilità di una riapertura e di una collaborazione in sinergia fu proprio il proprietario dell’Astor.

Ad oggi, continuano i rapporti con la proprietà nella prospettiva di dare alla città nuovamente una sala cinematografica in centro, ma anche una sala alternativa al teatro Guglielmi e, soprattutto, una platea per organizzare eventi importanti data la carenza di spazi nel centro storico.

Continuare a leggere di singole ed estemporanee “sparate” sui giornali fatte da soggetti che si , pone la domanda legittima se mai fosse venuto in mente  di andare a “bussare” alla porta del sindaco (tra le cui liste qualcuno ha anche militato con scarso risultato), dopo aver parlato con la proprietà, conosciuto la storia della situazione e senza l’intento di farsi pubblicità o propaganda elettorale?

 

Noi di Toscana Attiva – Direzione Italia, continueremo ad impegnarci, nel concreto, per risolvere la questione, auspicando che un sindaco che tenga VERAMENTE alla città e ad i suoi abitanti risolva, dopo quasi 4 anni di traccheggiamento, una questione spinosa ma di una semplicità estrema.

Sempre che gli intenti non siano altri, ma non rivolti alla città, bensì agli speculatori.

 

Stefano Caruso

Consigliere comunale

di Toscana Attiva-Direzione Italia

ore: 12:10 | 

comments powered by Disqus