A sorpresa, è proprio il caso di dirlo, arriva l’appoggio alla lista Trump di Gianni Musetti da parte di una esponente di primo piano della comunità marocchina carrarese. Saida Tazi, volto noto in città, e segretario generale dell’Associazione Italiana Amici del Marocco e presidentessa dell’associazione El Massira per la difesa dei sequestrati e prigionieri marocchini in Sud Algeria annuncia il suo appoggio alla lista di Musetti nella quale non si  potrà però candidare per motivo personali. “Sono stata lusingata della proposta di Musetti di candidarmi – ha dichiarato la Tazi – ma poi ho desistito per motivi personali perché, facendo la spola con il Marocco, non potrei seguire a dovere la campagna elettorale”.

In merito alle politiche sugli immigrati portate avanti da Musetti, il quale anche ai nostri microfoni aveva annunciato politiche anche locali contro l’immigrazione, la Tazi chiarisce:”.Il presidente degli Usa sta facendo quello che ha promesso in campagna elettorale: i delinquenti e gli illegali casa loro, sì invece agli immigrati onesti e laboriosi, ovviamente senza invasione incontrollata e a favore di chi sta speculando sulla pelle degli immigrati con i soldi dei contribuenti”. Insomma, la Tazi, ex interprete per la Procura della Repubblica di Massa-Carrara, da 32 anni cittadina italiana e da 30 carrarina ha le idee chiarissime ed è la prima immigrata di religione islamica ad aderire al movimento trumpista: “Solo con Musetti la città puo’ voltare pagina, io non mi candiderà ma sarò al suo fianco aderendo al movimento e portando il mio contributo di esperienza e di vita”.