La ‘sua’ Toscana non volta le spalle a Matteo Renzi ed il sì si attesta attorno al 52,5%, con le province di Firenze (57,7%), Siena (57%), Arezzo (54%) e Prato (55,7%) a favore della riforma costituzionale, come Pistoia, dove i si’ il 52%. Il no si afferma in provincia di Grosseto (53%), dove il comune capoluogo è amministrato dal centrodestra, e prevale in quella di Livorno (50,7%) con il capoluogo a guida M5s il cui il no supera il 52%. Ma il no prevale anche in province come quella di Lucca (53,4%) dove il capoluogo è guidato dal centrosinistra, così come a Massa e Carrara (58,4%). In provincia di Pisa, dove il sì è in vantaggio con il 50,2%, il capoluogo, governato dal centrosinistra, vede invece il no prevalere con il 55%.