Da tempo soffriva di problemi psichiatrici e aveva un’invalidità civile riconosciuta. Un uomo, 44 anni, nato a Viareggio e residente a Massa, è stato trovato morto questa mattina all’interno dell’automobile della madre una Fiat 600, parcheggiata nei pressi della sua abitazione, in una traversa di Via Marina Vecchia. Il 40enne, figlio dell’ex sindaca di Montignoso Orlandi, era uscito di casa dove viveva con la madre, la sera prima attorno alle 9, e non aveva più dato notizie di sé. La donna ha allertato le Forze dell’ordine, che hanno lavorato tutta la notte fino alla tragica scoperta all’una di questa mattina: accasciato con la testa sul sedile passeggeri e con il busto su quello del guidatore è stato trovato il corpo dell’uomo, ormai cadavere. L’ipotesi è che l’uomo si sia accovacciato in macchina per dormire, e non sia rientrato in casa la notte. Sul posto sono intervenuti a volante di polizia, il 118 e la scientifica. Il medico legale, Maurizio Ratti, ha eseguito sul corpo l’esame esterno per stabilire ora e cause del decesso, con prelievo di liquidi biologici. Il cuore ha cessato di battere tra l’una e le tre del mattino, probabilmente a causa di un arresto cardiaco, dovuto forse agli effetti collaterali dei farmaci che l’uomo da tempo assumeva per curare i disturbi di cui soffriva. Il medico ha inoltre escluso morte violenta: sul corpo non sono stati trovati segni di colluttazione o escoriazioni, a parte un piccolo ematoma sulla regione orbitale, dovuto forse ad un contraccolpo preso all’interno dell’automobile. Esclusa l’autopsia dal pm Alessandra Conforti.