0 Aservizio tgAlla presenza delle massime Autorità Civili e Militari, Sindaci e assessori e numerose  classi elementari di Pontremoli,  si è svolta in Piazza dell’unità d’Italia, la giornata del 4 Novembre, Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Il Sindaco di pontremoli franco gussoni ha rivolto un saluto a tutti i presenti, alla scolaresca, ricordando il sacrificio di coloro i quali, poco più che adolescenti, lasciarono le proprie famiglie per partire per il primo conflitto mondiale, mettendo la loro vita al servizio della Patria.

 Il 4 novembre, ha detto il sindaco è l’anniversario di una data di pace, che sancisce la fine di un terribile conflitto. In tanti hanno perso la vita per la patri, tanti soldati, tanti cittadini. a loro è stato dedicato il momento della deposizione della corona ai caduti

  Il prefetto ha passato in rassegna lo schieramento posizionato in piazza di tutte le forze dell’ordine presenti alla manifestazione, poi ha ricordato le tappe storiche che hanno portato fino alla fine della guerra

 Un pensiero era inevitabile che andasse alle tre vittime delle frane avvenute in provincia, ma il prefetto ha voluto ricordare anche i lavoratori apuani, che a breve potrebbero perdere il loro posto, qielli della eaton, quelli di nca, di ica di pallerone,

 Bandierine al cielo sventolate dai più piccoli per  ricordare il 4 novemre che è la festa dell’unità nazionale, una data che sancisce la liberazione, la fine della guerra e la pace rggiunta dal popolo italiano finalemnte unito. Cose che sembrano assodate ma che non sono mai state scontate