0 Aservizio tgDa oggi sarà più facile per i cittadini della Lunigiana ricevere il loro passaporto: la Questura di Massa Carrara si è infatti iscritta ad un progetto ministeriale che prevede la possibilità di portare la strumentazione necessaria per il passaporto direttamente nelle città lontane dagli uffici di polizia. In pratica, uomini della questura apuana, si recheranno con la strumentazione nei vari comuni della Lunigiana e lì confezioneranno il passaporto per l’utente che così non dovrà percorrere più di 100 chilometri per recarsi a Massa. Il poliziotto riuscirà con la strumentazione a prendere le impronte digitali, che vanno apposte sul nuovo tipo di passaporto biometrico e anche di stamparlo in meno di un’ora. In attesa che il progetto si concretizzi, oltre a Massa Carrara anche la questura di Milano ne è interessata, ma potrebbero passare mesi, il questore Girolamo Lanzellotto ha pensato di venire incontro ai residenti lunigianesi immediatamente,  permettendo loro di ricevere il passaporto in un’ora e dunque di recarsi a Massa solo una volta e non due come previsto per gli altri cittadini.

  Sul sito della questura tutte le indicazioni e gli orari in cui è possibile usufruire del servizio. Ma c’è anche un’altra novità e riguarda gli albergatori: da oggi potranno inserire direttamente i dati delle persone alloggiate nelle loro strutture all’interno di un sistema collegato con gli uffici di polizia, da cui gli agenti potranno immediatamente controllare se i soggetti sono interessati da procedimenti giudiziari o di polizia. Gli albergatori devono richiedere il modulo e verranno dotati di una password personale con cui potranno accedere al sistema, che è sicuro e certificato.

 Quei dati che prima consegnavano a mano e che venivano controllati dalla questura magari quando il cliente se ne era già andato, adesso saranno visibili e usufruibili immediatamente