”Se sara’ necessario ricorreremo all’esproprio delle aree industriali su cui insiste Eaton”. Lo ha detto il sindaco di Massa Roberto Pucci durante il Consiglio istituzionale che si e’ svolto questa mattina nella fabbrica occupata dagli operai a cui hanno partecipato i Comuni di Massa, di Carrara, Montignoso e il Consiglio provinciale di Massa Carrara. Pucci ha annunciato ”pugno duro” contro l’azienda, qualora non si arrivi ad un accordo per la cassa in deroga nell’incontro in programma a Roma il 18 ottobre.