C’è anche Massa tra le decine di città che aderiscono alla campagna nazionale Nastro Rosa, promossa dalla Lega italiana per la lotta ai tumori con l’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica e, in particolare le donne, sull’importanza della diagnosi precoce del tumore al seno. Per questo per tutto il mese di ottobre, così come avvenne lo scorso anno, il Castello Malaspina sarà illuminato di rosa. Si aperta con le nuove luci sul monumento storico la Campagna della Lilt che ha messo in campo moltissime iniziative per quello che è il mese della prevenzione del tumore al seno. Al Teatrino dei Servi è stato presentato il libro-testimonianza di Rita Bondielli nell’ambito della seconda edizione della manifestazione promossa da Aics Musica e Spettacolo.  Si è parlato di tumore al seno, di prevenzione e dell’importanza della scrittura autobiografica assieme al dottor Carlo Ceccopieri, presidente provinciale della Lilt, al dottor Gianni Baldetti, della Chirurgia dell’ospedale di Massa, e agli assessori pari opportunità della Provincia Lara Venè e alle politiche sociali del Comune di Massa Gabriella Gabrielli. Donna e universo femminile al centro del programma terapeutico-chirurgico per una prognosi migliore. Ma soprattutto prevenzione, l’arma migliore contro la malattia. Per tutto il mese di ottobre la Lilt renderà disponibile uno screening senologico gratuito; nella precedente campagna sono state 156 le visita ed ecografie effettuate.