Martedì 12 ottobre, alle ore 10,00 il Consiglio comunale di Massa, congiunto con quello di Carrara e dell’Amministrazione provinciale, si riunirà presso lo stabilimento Eaton; l’ordine del giorno è noto a tutti: testimoniare la solidarietà agli (ex) lavoratori dell’Azienda. Ma  anche  -ed è questo che ci preme dire  agli operai ed ai cittadini-  assumere la “responsabilità” istituzionale di una crisi del lavoro e della produzione generalizzata sul territorio che istituzionalmente rappresentiamo.

In un momento storico di grande difficoltà sociale, a livello globale, riteniamo nostro dovere farci “parte in causa” in una situazione che sentiamo anche nostra in quanto espressione di un disagio legato alle condizioni lavorative e di mercato della Provincia.

Responsabilità è infatti consapevolezza di dover rispondere degli effetti di azioni proprie od altrui ed è strettamente legata all’impegno che da tale consapevolezza discende.

In quanto Rappresentanti di istituzioni pubbliche esponenziali dei cittadini della Provincia di Massa-Carrara abbiamo la consapevolezza di tale responsabilità che si manifesta non solo nell’assumere, ai tavoli decisionali, comportamenti idonei a tradursi nelle azioni  possibili  per trovare soluzioni concrete alla crisi occupazionale che fa chiudere le aziende e lascia senza sostentamento le  famiglie, ma anche  nell’operare  scelte tali da orientare  pensieri, emozioni ed azioni.

Ogni azione e comportamento nasce prima dalla condivisone di un pensiero, di un sentire  che poi sì traduce in fatti concreti. Questo è il significato della nostra presenza. martedì in fabbrica.

Non per loro, ma con loro nella rivendicazione del diritto al lavoro ed ad una vita dignitosa perché, questa, è responsabilità di tutti.

 Presidente del Consiglio Comunale di Massa   Marco Andreani

 Presidente del Consiglio Comunale di Carrara  Luca Ragoni

  Presidente del Consiglio provinciale di Massa-Carrara  Dino Bologna