La capacità di ridurre le spese correnti e il rispetto del patto di stabilità da parte del Comune di Carrara ha fruttato all’Amministrazione ben 12,7 milioni di euro, con il riconoscimento di “comune virtuoso” da parte della Regione Toscana che lo ha classificato tra i 21 meritevoli di ricevere una parte dei 60 milioni di euro che la Regione ha stanziato per integrare la capacità di spesa dei comuni che sono segnalati per la loro buona amministrazione.

I sacrifici e le riduzioni di spesa conseguite, intervenendo con attenzione sul bilancio 2009, si sono concretizzate con l’assegnazione  di una cifra molto importante, 12, 7 milioni di euro, che vanno ad integrare le risorse da spendere per l’anno in corso.

“Un risultato  importante per l’Amministrazione su un obiettivo che non era né facile né scontato – spiega l’assessore al bilancio Giuseppina Andreazzoli –  fornendo ulteriori dettagli su quanto comunicato dalla Regione: una importante opportunità che il Comune è riuscito a cogliere grazie alla scelta di politiche di spesa che hanno permesso di rispettare il patto di stabilità, attraverso  il monitoraggio costante delle risorse e degli investimenti. Tecnicamente – prosegue l’assessore Andreazzoli – si tratta di “una compensazione verticale”, finalizzata ad incrementare la capacità di spesa complessiva del sistema regionale, che prevede che la Regione possa effettuare interventi compensativi a favore degli enti locali del proprio territorio, tramite la cessione di quote del proprio obiettivo programmatico, procedendo contestualmente alla sua  rideterminazione.

Naturalmente si tratta di un obiettivo raggiunto con un gioco di squadra  che ha coinvolto positivamente gli uffici del Comune e che ha trovato attenzione e risposte da parte dell’assessore regionale al bilancio Riccardo Nencini, che ha seguito tutti i passaggi di questo procedimento  piuttosto complesso.

Dal punto di vista tecnico la Regione (con la  delibera n. 812 del 13 settembre) ha individuato un plafond pari a 60 milioni di euro, che sono stati  destinati ai comuni, ammettendo alla ripartizione solo quelli “virtuosi”, ovvero quelli in grado di mostrare i requisiti  previsti, come la riduzione delle spese nel 2009 rispetto alle spese correnti del triennio precedente e il rispetto del  patto di stabilità interno per  l’anno 2008. Il decreto di assegnazione delle somme è il numero 4961 dell’8 ottobre 2010. Il rispetto del patto di stabilità è diventato sempre più difficile e i Comuni si trovano spesso nell’impossibilità di effettuare i pagamenti, pur avendo le risorse a disposizione.

“Questa maggiore disponibilità  finanziaria per una cifra molto importante pari  agli oltre 12 milioni assegnati dalla Regione aumenta la nostra capacità di spesa – conclude  l’assessore Andreazzoli –  e consentirà all’Amministrazione di  saldare buona parte dei conti in sospeso con le ditte che lavorano per il Comune e in particolare con quelle collegate alla realizzazione della strada dei marmi”.