Per i due anziani coniugi colpiti da sfratto esecutivo il Consigliere Vinchesi si sarebbe legittimamente interessato presso gli uffici di riferimento e non vi sarebbe stato da parte sua alcun tentativo di raccomandazione dei cittadini a lui rivoltisi, ma semmai il normale esercizio politico del proprio mandato. Questo avrebbe riconosciuto l’Assessore Bernardi, che in passato, al contrario, si era spinto ad accusare il consigliere di scorretti favoritismi. Il chiarimento è avvenuto al termine di una riunione con lo stesso consigliere ed il Presidente del Consiglio Ragoni. Reciprocamente intanto si è ammesso di aver ecceduto nella terminologia, sottolineando anche l’altrettanto corretta applicazione da parte di Bernardi e degli uffici, di un indirizzo politico del Consiglio Comunale finalizzato a sanare e ripristinare ex novo la vergognosa situazione esistente nel complesso di Caina. A breve infatti si provvederà a radere al suolo il fatiscente complesso popolare, e con i finanziamenti ottenuti si provvederà a restituirne alla città uno nuovo, maggiormente decoroso e dignitoso.