ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

sabato, 14 febbraio, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/02/14/senza-soldi-e-disperato-tenta-una-rapina-arrestato-il-cinquantenne-e-entrato-in-una-tabaccheria-di-massa-voleva-fare-un-regalo-di-san-valentino-alla-compagna/

Mediavideo Antenna3

Senza soldi e disperato tenta una rapina: arrestato Il cinquantenne è entrato in una tabaccheria di Massa. Voleva fare un regalo di San Valentino alla compagna

di  Redazione web

carabinieri arrestoNon sapeva come fare per arrivare alla fine del mese: da quando aveva perso il lavoretto saltuario che faceva in nero senza contributi  non aveva neppure i soldi per mangiare, figurarsi per fare un regalino alla sua compagna. E così, lui cinquantenne così mite e tranquillo di Montignoso, si è trasformato in un malvivente. Si fa per dire, perché nonostante abbia trovato il coraggio per entrare in una tabaccheria e farsi consegnare il denaro che c’era nella cassa, poi non è riuscito a mettere in pratica la seconda parte del suo piano: scappare. E i carabinieri del radiomobile lo hanno arrestato pochi minuti dopo il colpo, mentre camminava con passo veloce nelle strade di Ronchi con l’ansia di far perdere le sue tracce. Appena ha visto le divise l’uomo ha confessato, restituendo i 250 euro che aveva preso e consegnando la carabina che aveva a tracolla, l’arma che aveva utilizzato per spaventare il negoziante. Il fucile era scarico.  I soldi sono stati restituiti al legittimo proprietario, la carabina invece è stata sequestrata. E adesso il processo per direttissima potrebbe aprire le porte del carcere a questo cinquantenne che dopo aver visto le manette è scoppiato a piangere come un bambino.

 

 

 

il tirreno

ore: 11:47 | 

comments powered by Disqus