Ci sarà la guardia turistica per l’estate a Massa Carrara: a Carrara è già in servizio dal primo luglio, mentre a Massa, specificamente alla Partaccia, aprirà il 15 luglio.

Quest’anno l’Asl Toscana Nord Ovest ha lanciato una campagna pubblicitaria su social media e piattaforme digitali, tradotta in inglese e francese, per informare i turisti, italiani e stranieri, del servizio disponibile, con l’obiettivo di evitare l’intasamento dei Pronto soccorso durante i mesi estivi.

La guardia turistica offre assistenza medica, visite ambulatoriali, visite domiciliari e primo soccorso anche per i residenti.

I turisti, compresi i cittadini stranieri, devono pagare le seguenti tariffe:

visita ambulatoriale 15 euro, visita domiciliare 25 euro, visita breve per ripetizione ricette 10 euro. Il servizio è riservato ai non residenti, mentre i cittadini residenti devono rivolgersi al proprio medico di famiglia o pediatra, oppure alla continuità assistenziale (ex guardia medica) nei giorni e orari in cui il servizio è attivo. Sono escluse dal pagamento le prestazioni di primo soccorso, quelle a favore di cittadini stranieri temporaneamente presenti (tesserino Stp) o cittadini comunitari non iscritti (tesserino Eni). Per le visite urgenti, dalle ore 20 alle 8, sarà comunque necessario rivolgersi al servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica).

A Carrara, la guardia medica turistica è attiva dal primo luglio al 15 settembre, all’interno della Casa della Salute di piazza Sacco e Vanzetti. È raggiungibile chiamando il numero 0585 657951 ed è aperta tutti i giorni dalle 8 alle 20. Il punto della Partaccia a Massa, probabilmente il più utilizzato durante l’estate dai bagnanti a causa del gran numero di turisti, aprirà il 20 luglio. Questo servizio durerà fino al 15 settembre e sarà aperto nei giorni feriali e prefestivi, con orario 9-13 e 15-19. Si può contattare chiamando il numero di cellulare 335 8001617.

Senza la guardia turistica, il rischio sarebbe stato quello di intasare le sedi di guardia medica tradizionale e, soprattutto nei fine settimana, il Pronto soccorso del Noa. Tuttavia, resta da capire quale sarà la risposta per l’estate 2024, poiché persiste una carenza di medici su tutto il territorio nazionale, compresa la Toscana e il territorio di competenza della nostra Asl. Anche i medici di famiglia scarseggiano.

Lascia un commento