Con l’arrivo di ulteriori cinque agenti di polizia municipale, assunti nell’ambito del progetto Spiagge Sicure sostenuto dal contributo dell’Unione Proprietari Bagni, aumentano i sequestri. Nel corso dell’ultima settimana la Polizia Municipale impegnata nei controlli anti abusivismo sul litorale di Forte dei Marmi ha proceduto al sequestro penale di numerosi prodotti a marchio contraffatto posti in vendita in maniera illegale. Nel dettaglio si tratta di 59 pezzi (borse, cappellini, portafogli, dust bag cartellini, etichette, certificati autenticità) recanti marchi contraffatti (Prada, Maison Goyard, Céline, Fendi, Dior, Chanel), oltre a venti ombrelli sottoposti a sequestro amministrativo.

“L’attività di repressione del fenomeno riguarda anche l’aspetto dell’acquisto che alimenta la filiera- sottolinea il comandante Andrea D’Uva – ricordo che la legge punisce anche l’acquirente che a fronte di un acquisto di poche decine di euro può essere soggetto ad una sanzione di svariate centinaia di euro.”

E proprio nella giornata di domenica scorsa attorno alle 13,30 il personale della Polizia Municipale ha provveduto a sanzionare una bagnante che aveva appena acquistato una borsa contraffatta (riproduzione di Maison Goyard) da un venditore extracomunitario.

La compravendita è avvenuta sotto gli occhi degli agenti che, mentre si avvicinavano alla tenda di uno stabilimento balneare, vedevano il venditore consegnare la borsa alla signora, una 45enne residente a Prato, dietro il corrispettivo di una banconota da 20€.

Mentre procedevano ad identificare l’acquirente per contestare la violazione di cui alla L. 80/2005 per un importo di 600,00€ e al sequestro della borsa, i due agenti si ponevano all’inseguimento del venditore il quale tuttavia si allontanava facendo perdere le sue tracce.

Lascia un commento