ore:  14:01 | Ghiaccio, codice arancione per lunedì 15 febbraio su quasi tutta la Toscana

ore:  11:28 | Emessa allerta codice Giallo per Rischio Ghiaccio, dalle ore 20:00, di Sabato 13 Febbraio 2021, fino alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 fino alle ore 23:59 di Domenica 14 Febbraio 2021

ore:  12:12 | allerta Gialla per Rischio Idrogeologico reticolo minore dalle ore 17:00 di Sabato 30 Gennaio, fino alle ore 02:00, di Domenica 31 Gennaio 2021;

ore:  12:38 | allerta Arancione per Ghiaccio dalle ore 18:00 di Lunedì 25 Gennaio 2021, fino alle ore 12:00, di Martedì 26 Gennaio 2021

ore:  12:48 | allerta Arancione per Mareggiate attualmente in corso fino alle ore 23:59 di Sabato 23 Gennaio 2021;Allerta gialla per rischio Idrogeologico reticolo minore, mareggiate e vento fino alle ore alle 23:59 Di Domenica 24 Gennaio 2021.

venerdì, 25 settembre, 2020

https://www.antenna3.tv/2020/09/25/commento-del-sindaco-persiani-sulle-elezioni-regionali/

Mediavideo Antenna3

Commento del Sindaco Persiani sulle Elezioni Regionali

di  Redazione web

Da come esulta la sinistra per l’affermazione del PD alle elezioni regionali si capisce veramente quanta paura abbiano avuto sino all’ultimo di perdere e quanto il centrodestra sia stato vicino alla vittoria. Le forze politiche di centrodestra nel nostro territorio, del resto, hanno ottenuto ottimi risultati e tutti i candidati hanno dimostrato che l’impegno costante e il radicamento sul territorio e tra la cittadinanza pagano. Il fatto, poi, che quelli più votati siano stati i Sindaci e i Consiglieri Comunali conferma che alla base del riconoscimento c’è la buona amministrazione.

Prendiamo atto che questo non è bastato e che gli elettori di sinistra (ivi compresi quelli del Movimento 5 Stelle) per evitare che a prevalere come da pronostici e sondaggi fosse Susanna Ceccardi, hanno per pura ideologia sacrificato il loro paladino per convergere su Eugenio Giani, neo Presidente della Regione cui va doverosamente il nostro saluto e augurio di buon lavoro. Anzi non vedo l’ora di incontrare il Presidente Giani per potergli al più presto rappresentare tutte le questioni lasciate irrisolte dal suo predecessore. Mi auguro che Massa, e in generale la provincia tutta, non sia come al solito considerata cittadina marginale, senza ricevere l’attenzione e l’interessamento che merita. Lo chiedono non soltanto questa amministrazione, ma la società civile, le associazioni di categoria, commercianti ed imprenditori. Chi è stato eletto si faccia carico, questa volta, di far arrivare in Regione la voce del nostro territorio.

Un territorio in cui i cittadini hanno altamente pagato i tagli e gli errori della Regione sulla sanità, in cui dei progetti per le bonifiche che sarebbero dovuti arrivare mesi fa ancora non si ha notizia, in cui la Regione ha lasciato indietro importanti interventi per la sicurezza dei territori, in cui l’istituzione regionale è stata sempre più assente e il disinteresse sempre più marcato. Quanto al Comune, il centro sinistra freni gli animi e gli ardori di rivalsa, c’è ancora tempo e nel frattempo l’attività amministrativa, forte del supporto di tutta la maggioranza compatta, si avvia a raccogliere i frutti di questa prima parte di mandato.

E non lo attesto io, ma lo fanno i numeri. Paragonando, più le ultime regionali con quelle del primo turno delle amministrative del 2018, se non altro per il fatto che in queste due tornate elettorali i cittadini hanno avuto la possibilità di scegliere e votare candidati della nostra città, si noterà che nel primo turno delle comunali del 2018 la coalizione di centrosinistra ha ottenuto 12.495 voti (pari al 36,58% dei votanti) mentre quella di centrodestra ne ha ottenuti 8.963 (26,24% dei votanti), per un totale di 34.157 cittadini che sono andati a votare. Nelle regionali dello scorso fine settimana la coalizione di centrosinistra ha ottenuto 12.147 voti (42,59% del totale) a fronte di 13.043 voti che sono andati al centrodestra (pari al 44,73%), il totale dei votanti è stato di 29.157.

I numeri parlano e lo fanno in maniera chiara ed incontrovertibile. Nonostante si siano recati alle urne 5 mila elettori in meno rispetto alle amministrative di due anni fa la coalizione di centrodestra ha guadagnato 4.080 voti assoluti mentre la coalizione di centrosinistra ne ha persi 78.

Non è difficile comprendere che quindi il centrodestra non solo ha retto bene, ma ha addirittura aumentato i propri consensi di quasi il 30% mentre il centrosinistra arretra, seppur di poco.

Quindi in questa provincia il PD ha ben poco da festeggiare e da gridare “alla riconquista”, ma anzi dovrebbe ammettere che in questi due anni è fondamentalmente rimasto al palo mentre il centrodestra locale si è dimostrato in ottima forma e pronto a continuare la propria azione amministrativa nell’ottica del cambiamento rispetto al sistema che è stato spodestato due anni or sono.

 

Il Sindaco

Francesco Persiani

ore: 17:08 | 

comments powered by Disqus