La cultura lunigianese e’ in lutto per la scomparsa della poetessa Anna Magnavacca, educatrice  e animatrice culturale, membro delle più importanti istituzioni culturali lunigianesi : se ne è andata con la dignità e la discrezione che hanno caratterizzato la sua vita , dopo  una lunga malattia affrontata anche nei suoi versi con serenità e persino con ironia. Autrice di numerose raccolte poetiche, Anna ha vinto importanti premi letterari nazionali e internazionali  ed è stata l’animatrice di concorsi di poesia che hanno portato in Lunigiana centinaia di poeti e scrittori da ogni parte d’Italia : proprio in questo periodo il Cenacolo letterario e Artistico “Roberto Micheloni”, del quale fino a quando le forze l’hanno sorretta  è stata l’anima, sta preparando il prestigioso premio che viene assegnato a Portovenere.  Il Cenacolo Micheloni, il Centro Aullese di Studi e Ricerche, l’Associazione Manfredo Giuliani, gli Amici di San Caprasio, l’Associazione Alberico Benedicenti, il Centro Studi Danteschi la ricordano con affetto con le parole che le dedicò Chiara Guastalli “ Anna, la piccola, la fragile, avrà vinto, nonostante la vita, nonostante il tacco spezzato, nonostante il vestito della festa tolto , perché l’importante è mantenere, comunque, il portamento, l’andatura degna, da signora … sempre “. I funerali che saranno celebrati mercoledì 12, alle ore 10, nell’abbazia di San Caprasio, nel cui museo Anna ha regalato tanti intensi momenti di grande poesia.