PASCUCCI: “PRESIDENTE DI ASMIU MEMBRO DI GIUNTA, MAGGIORI MEZZI, MIGLIORI RISULTATI”.

“Rifiuti, problema annoso che riguarda tutta la città, un contratto di servizio che non è mai stato adeguato alle esigenze degli operatori e dei cittadini e che inoltre non è consono ai tempi” a dirlo Mirco Dell’Amico “Renatone” candidato al consiglio comunale per Massa Libera e che lavora da anni in una cooperativa che svolge servizi per ASMIU. “Si lamenta ormai da troppo tempo una carenza di personale e quello che un’amministrazione dovrebbe fare è sbloccare innanzitutto gli atti di servizio per le assunzioni – continua Renatone- una formazione del personale, che non possiamo più tralasciare e sensibilizzare i cittadini ad amare il proprio territorio e rispettare le normative vigenti, ma questa – prosegue Dell’Amico- è solo la punta dell’iceberg perchè nel contratto di servizio è previsto, per il periodo dell’anno in cui stiamo entrando adesso, un aumento dei servizi per quelle che sono le zone di Marina di Massa, Ronchi e Poveromo, ma non sono però previsti aumenti di personale e le turnazioni nei punti sensibili stagionali. L’amministrazione dovrebbe potenziare il servizio di sanificazione nel periodo giugno-settembre, sbloccare gli atti di servizio per le assunzioni (carenza di personale del 25%) e i mezzi sono obsoleti; basti pensare che sono aumentate le inabilità degli operatori e l’età media in ASMIU è di 56 anni, poi- conclude Renatone- bisognerebbe implementare la formazione e la sensibilizzazione per bambini, nelle scuole e asili, per cambiare alla radice la cultura della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti e infine l’applicazione, da parte della polizia municipale, di sanzioni per quei cittadini inadempienti le normative”. “Alla luce di questi fatti la soluzione ci sarebbe- incalza il candidato sindaco Lorenzo Pascucci- innanzitutto dovremmo fare un nuovo contratto che preveda che a maggiori impegni corrispondano maggiori risorse e che ci permetta così di costruire quel servizio da noi definito su misura per le varie e diversificate realtà cittadine, isole ecologiche interrate, intensificazione della raccoltà per le attività balneari nel periodo estivo, come già accennato, con turnazioni che estirpino il fenomeno di odori nauseabondi sul litorale, spiegare e far comprendere al meglio a tutti i cittadini l’uso del porta a porta, aumentare i giorni di raccolta anche per l’organico e l’indifferenziato, e infine – conclude Pascucci- come detto più volte, noi riterremo il presidente di ASMIU la nostra diretta emanazione amministrativa in tema di rifiuti e quindi avendo la stessa importanza e dignità di un membro di giunta, risponderà direttamente del suo operato al sindaco di Massa e dovrà far corrispondere ai maggiori mezzi, migliori risultati”.

 

Massa Libera