ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

venerdì, 27 aprile, 2018

https://www.antenna3.tv/2018/04/27/stefano-caruso-regolamento-urbanistico-un-gioco-sporco-sta-consumandosi-in-consiglio-comunale-una-vergogna-istituzionale/

Mediavideo Antenna3

Stefano Caruso “Regolamento Urbanistico un gioco sporco sta consumandosi in consiglio comunale.Una vergogna istituzionale.”

di  Redazione web

Un gioco sporco sta consumandosi in consiglio comunale.

Una maggioranza, che ha stentato per mesi a raggiungere il numero legale, improvvisamente vede coinvolti consiglieri dell’opposizione che hanno saltato lo steccato, riappacificandosi dopo anni di opposizione di facciata, per condurre velocemente a termine le operazioni di spartizione della città.

Alla base, adesso, non c’è più l’interesse dei cittadini che chiedevano a gran voce un Regolamento Urbanistico, bensì la corsa a dare gli ultimi contentini per portare a casa voti che possano dare una speranza di tornare a detenere il potere della città.

Un atto illegittimo è stato votato il 24 sera dal consiglio comunale dove il Presidente del Consiglio (organo super partes, ma di fatto molto di parte) ha chiesto  di ESPRIMERSI FAVOREVOLMENTE sulla prosecuzione dei lavori per arrivare alla votazione completa delle controdeduzioni e completare il vergognoso quadro delle marchette elettorali.

Ovviamente era presente la sola neo-maggioranza che non ha perso attimo.

Oltretutto, si prosegue in violazione dell’art. 38, 5° comma del TUEL che prevede la prosecuzione dei lavori dopo l’indizione dei comizi elettorali, solo in caso di adozione di atti urgenti o improrogabili.

Un documento del Dirigente riconduce queste ipotesi al solo fatto che il Comune HA GIA’ SPESO oltre 1.5 MLN di euro per questa pantomima e che la data di “scadenza” del RU è fissata per il 24 luglio 2018.

Mai niente di più falso poteva essere scritto, con la compiacenza di un consiglio comunale molto attento a creare le condizioni di un VOTO DI SCAMBIO.

Il RU non potrà mai essere approvato entro il 24 luglio, anche perchè non è questa la data di scadenza delle norme di salvaguardia.

Soprattutto è chiara la volontà di INQUINARE il voto in virtù di emendamenti e documenti di indirizzo che hanno (sebbene nascosti) anche un nome e cognome ben preciso.

Una vergogna istituzionale.

Un gioco di meretricio politico dei più squallidi, a cui si è prestato proprio quel soggetto che ha abbindolato i massesi in nome di un salto di qualità e che adesso, dopo aver dimostrato I suoi limiti, sta manifestando di essere anche peggio dei suoi predecessori.

Il mio ruolo di consigliere di opposizione è stato quello di sottolineare in consiglio lo schifo che sta avvenendo, dichiarare di non partecipare più a questi consigli illegittimi, e di andare subito dal Prefetto a segnalare la questione aspettando una sua pronuncia.

La cosa ancora più grave, che non è stata assolutamente valutata, è che questo atto, se continuerà ad andare avanti, con certezza sarà impugnato e dichiarato nullo per vizio.

E allora sì che il danno per la comunità massese si manifesterà apertamente.

Bastava semplicemente sospendere i lavori e lasciare alla nuova amministrazione il compito di esaminare le controdeduzioni rimaste e delineare un profilo di città meno personalizzato e più rivolto alle reali necessità del territorio.

ore: 19:04 | 

comments powered by Disqus