ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

mercoledì, 1 marzo, 2017

https://www.antenna3.tv/2017/03/01/massa-centro-storico-cronaca-di-una-morte-annunciata/

Mediavideo Antenna3

Massa, centro storico: cronaca di una morte annunciata.

di  Redazione web

In principio fu la ZTL h.24, nonostante le successive e reiterate disponibilità annunciate dall’Amministrazione in carica di una sua “rivisitazione” che doveva andare incontro alle richieste dei commercianti del centro. Riunioni su riunioni ed infine promesse non mantenute col risultato che tutto è rimasto com’era salvo le chiusure e le migrazioni di tante, troppe, attività commerciali.

E purtroppo, nonostante sul suo sito sta scritto che: “Il Centro Commerciale Naturale Massa da Vivere è un’aggregazione di oltre 120 negozi, bar, botteghe storiche, ristoranti e pubblici esercizi che si trovano nello splendido centro storico di Massa e che hanno deciso di sviluppare strategie comuni al fine di garantire una miglior vivibilità della città stessa. Il CCN Massa da Vivere porta con sé un nuovo modo di vivere il centro città, in cui riscoprire le bellezze del centro storico, gli angoli caratteristici, il gomitolo di viuzze e le magnifiche piazze, il tutto accompagnato da un shopping intelligente e ricercato, fatto di sapori antichi e di oggetti artigianali. Con il CCN Massa da Vivere Massa è una città che torna al servizio dei cittadini e dei visitatori, un luogo incantato in cui il tempo si ferma e ci riporta a vivere slow.”, si ha la sensazione che, di chiusura in chiusura, di trasferimento in trasferimento, la sua capacità propositiva rischia di compromettersi irrimediabilmente arretrando sia sulla qualità degli eventi organizzati che sulla quantità degli appuntamenti da programmare e realizzare.

Giusto di ieri la notizia dell’appello all’Amministrazione da parte di un gruppo di commercianti e di cittadini che con tanto di petizione avevano chiesto una iniziativa a favore della riapertura dello storico Cinema ASTOR oggi desolatamente chiuso; un’altra dimostrazione di come si può contribuire ad aumentare l’abbandono e il degrado nel “cuore” della città.

Infine, solo pochi fa era in scadenza il bando di gara per affidare in concessione l’ex mercato ortofrutticolo di via Bastione; il bando era finalizzato all’attuazione di interventi diretti al miglioramento strutturale del bene per un valore calcolato per tutta l’operazione di oltre 6milioni e 350mila euro e si rivolgeva a tutti gli operatori economici e imprenditori, singoli, a gruppi o consorziati in associazione temporanee d’impresa, per l’avvio di qualsiasi attività di tipo commerciale.

Sembra che alla sua scadenza, nessuno abbia partecipato! Se davvero è andata così si può solo immaginare che quel bando era sbagliato tecnicamente ed insostenibile sul piano economico.  Da qua l’assunzione delle responsabilità dovrebbe indurre l’Amministrazione ad una rigorosa ed approfondita autocritica.

Intanto, aspettando il 2018, non ci resta che assistere a questa demoralizzante sequela di errori, con l’impegno di proporre e realizzare una vera alternativa di governo perché la nostra bella città merita ben altro!

reteasinistra/massacarrara

ore: 11:38 | 

comments powered by Disqus