Democrazia e trasparenza nelle scelte, partecipazione dei cittadini alla vita politica,  capacità professionali e morali dei candidati. Queste i criteri adottati dalla lista Trump per Carrara per individuare i propri candidati al consiglio comunale. Un sistema nuovo, moderno ed efficiente che faccia prevalere i valori che stanno a fondamento della lista e contribuisca a rinnovare in profondità il consiglio comunale e più in generale il consesso politico cittadino. Non ci interessano i vecchi “signori delle tessere” , che lasciamo volentieri alla sinistra perché professionisti della politica spesso privi di  passione e senso civico. Ma non ci interessa neppure il “webete” assemblearismo grillino, capace solo di creare una lista piena di riciclati e che contiene al suo interno anche persone, tra loro, mariti, mogli e parenti stretti.
Vogliamo innovare ma non buttare il bambino con l’acqua sporca: nessuna preclusione quindi per chi ha fatto politica a condizione che sia una persona seria e che abbia sempre fatto il suo dovere con competenza e onestà.
Tutti i cittadini che si riconoscono in queste caratteristiche possono quindi presentare la loro candidatura all’indirizzo email: trump.percarrara@libero.it o scrivere sul nostro profilo Facebook Lista Trump Carrara. Una nostra commissione contatterà i diretti interessati che verranno valutati anche sulla base di un colloquio. Garantiamo comunque a tutti una risposta entro tre giorni.

————————————

Dopo l’adesione da destra dell’ex Forza Italia Riccardo Bruschi e da sinistra dell’ex Psi Donatella Beneventi, adesso è un notissimo ristoratore cittadino, già ex militante, da tempo deluso, dal Movimento 5 Stelle, ad annunciare l’ingresso nel movimento lanciato da Gianni Musetti.

Si tratta di Massimo Bonucelli, 57 anni, ex gestore del ristorante del Club Nautico di Marina e uno degli chef più noti della città. Una vita – quella di Bonucelli – trascorsa dietro ai fornelli e a gestire locali, che lo ha portato anche a diventare noto a livello nazionale grazie a diverse partecipazioni a trasmissioni Rai e Mediaset. Al suo attivo anche un’esperienza come rappresentante di categoria come coordinatore del comparto alimentare di Cna.

A far discutere è però soprattutto la scelta politica di Bonucelli che, innanzitutto, spiega il suo addio al movimento fondato da Beppe Grillo. “Aderii con grande entusiasmo nel 2011 – ricorda – ma col passare del tempo ho avuto sempre più la sensazione di trovarmi in un ambiente chiuso, settario e che lasciava ai singoli poca libertà. Non sto attaccando nessuno sul piano personale, perché nel movimento ho incontrato tante persone per bene e competenti, ma in quella sede il senso di appartenenza è più importante della libertà dei singoli e io questo non posso accettarlo, era da tempo che non andavo partecipavo più alla vita del movimento 5 stelle proprio per queste motivazioni”. Poi lo chef elenca anche i motivi che l’hanno spinto ad aderire proprio alla lista che si ispira a Donald Trump: “Si tratta di una lista civica in cui possono schierarsi persone di destra, di centro e di sinistra, superando le barriere ideologiche. Stiamo preparando un programma che pensi all’esclusivo interesse della città e questo è importantissimo perché nella sinistra a dirigere i giochi è un commissario di Piombino, mentre i Cinque Stelle sono telecomandati da Roma. Il nostro programma sarà invece fatto solo da carrarini e metterà Carrara e i suoi cittadini al di sopra di ogni cosa. La lista Trump è stata una pensata geniale, che sta facendo parlare di Carrara mezzo mondo ed è composta da persone che vogliono cambiare la città e creare la vera alternativa a chi ha malgovernato fino ad oggi”.