ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

giovedì, 19 gennaio, 2017

https://www.antenna3.tv/2017/01/19/la-senatrice-sara-paglini-e-intervenuta-oggi-in-aula-a-palazzo-madama-sul-caso-dellazienda-sanac/

Mediavideo Antenna3

La senatrice Sara Paglini è intervenuta oggi in Aula a Palazzo Madama sul caso dell’azienda SANAC.

di  Redazione web

La senatrice Sara Paglini (Capo-Gruppo M5S presso la Commissione lavoro del Senato) è intervenuta oggi in Aula a Palazzo Madama sul caso dell’azienda SANAC. L’azienda del settore siderurgico produce refrattari ed è controllata totalmente da ILVA. In Italia sono quattro gli stabilimenti SANAC in bilico e sono circa 400 i posti di lavoro a rischio più l’indotto.

“In seguito all’incontro con i lavoratori dello stabilimento SANAC di Massa il 19 dicembre 2016” – ha dichiarato la senatrice Paglini – “ho presentato immediatamente un’interrogazione ai Ministri del lavoro e dello Sviluppo Economico. Nonostante l’incontro avvenuto presso il Ministero dello Sviluppo Economico il 12 dicembre scorso e nonostante le numerose sollecitazioni, da parte del Governo non c’è stata, ad oggi, una rassicurazione sul futuro dei lavoratori e dei siti produttivi. Il termine del 31 gennaio 2017 per mettere in vendita SANAC attraverso un bando “ad hoc”, come preannunciato al MISE, è da scongiurare assolutamente. Cosa succederebbe in questo caso? Va detto chiaramente che all’orizzonte non risultano esserci manifestazioni di interesse nei confronti di questa realtà produttiva, e quindi il destino di così tanti lavoratori resta sospeso. E soprattutto non si ha nessuna certezza sulla tutela del posto di lavoro alle condizioni contrattuali attuali. La crisi che coinvolge il settore siderurgico, e la mancanza di una visione nazionale sul futuro dell’acciaio, ha comportato l’impossibilità per il settore di ripartire”.

Ad oggi non ci sono state risposte da parte dei Ministeri competenti, nonostante nell’incontro di fronte ai cancelli dello stabilimento SANAC di Massa due esponenti parlamentari di maggioranza del PD si fossero espressi dando la certezza che la segnalazione dell’azienda SANAC fosse già stata posta sotto l’attenzione del Sottosegretario Bellanova. Tuttavia ad oggi, dopo tutto questo tempo, non ci sono ancora risposte. L’incontro concesso ai lavoratori da parte del Sottosegretario sarà solo il 2 febbraio 2017.

La senatrice Paglini ha inoltre ricordato: “i lavoratori della SANAC di Massa, preoccupati da tanta leggerezza nei loro confronti, mi informano che domani, venerdì 20 gennaio, saranno in sciopero e in presidio davanti allo stabilimento. Chiedono un incontro immediato con il Sottosegretario Bellanova che sia fissato prima del 2 febbraio in maniera tale da avere chiarezza su quale sarà il loro futuro. Il tempo stringe e abbiamo paura che a febbraio sarà troppo tardi”.

ore: 21:00 | 

comments powered by Disqus