ore:  12:14 | Vento forte di Grecale, codice giallo domenica 24 ottobre su quasi tutta la regione

ore:  12:45 | allerta codice Arancio per rischio idrogeologico e Temporali Forti, dalle ore 00.00 fino alle ore 06.00 di Martedì 05 Ottobre 2021.

ore:  17:28 | Meteo, il sindaco De Pasquale: «Grande preoccupazione». Allerta massimo nella notte di lunedì. Domani 4 ottobre scuole aperte.

ore:  16:44 | Previsioni meteo: weekend con la pioggia . Lunedì giornata ancora di piogge e nubifragi

ore:  14:14 | Allerta prorogata fino alle 13 di lunedì 27 settembre il “codice giallo” per temporali e rischio idrogeologico valido su tutto il territorio regionale toscano

sabato, 22 ottobre, 2016

https://www.antenna3.tv/2016/10/22/finti-tecnici-enel-tentano-di-truffare-una-pensionata/

Mediavideo Antenna3

Finti tecnici Enel tentano di truffare una pensionata

di  Redazione web

Hanno suonato al campanello, di un appartamento di un condominio in via Fiorillo, di giovedì, giorno del mercato ambulante a Marina. La pensionata ha socchiuso la porta e due uomini si sono introdotti dentro, immediatamente, arrivando con due falcate in mezzo al corridoio. Si sono presentati come tecnici Enel e hanno detto alla signora che dovevano fare degli accertamenti. Poi, in maniera brusca, le hanno intimato di andare in bagno perché dovevano fare tutti i controlli per i nuovi tracciati.

La signora, molto turbata, è andata nella stanza da bagno e qui, con grande prontezza di spirito, ha chiamato la vicina, che era sul balcone a stendere i panni, dicendole di andare da lei, che stava succedendo qualcosa di poco chiaro. I due finti tecnici si sono accorti di qualcosa, e hanno sentito la padrona di casa parlare dalle finestra con la vicina. A quel punto, così come erano entrati, si sono allontanati dall’appartamento. Senza dire nulla. Sono letteralmente scappati. La pensionata è rimasta scossa da quanto accaduto, soprattutto per il modo, violento, con cui i due uomini sono entrati in casa, spalancando la porta che la signora aveva tenuto socchiusa.

E intanto, proprio alla luce degli ultimi fatti verificatisi nella provincia apuana Enel Energia ed e-distribuzione tornano a proporre alcune raccomandazioni per evitare di essere ingannati da sconosciuti che si presentano come operatori Enel, per riconoscere i dipendenti e gli agenti del Gruppo Enel e per ricordare tutti i servizi garantiti dai Punti Enel del territorio. Le cose da fare sono semplici: prima di tutto pretendere sempre l’esibizione del tesserino Enel di riconoscimento. Tutti i dipendenti Enel sono in possesso di un tesserino plastificato con logo aziendale, foto e dati di riconoscimento. Enel invita inoltre a non accettare nessuna transazione economica a domicilio: nessuna forma di riscossione o restituzione di denaro viene effettuata a domicilio quindi partendo da questo on vengono richiesti pagamenti agli utenti direttamente a casa.

Per quanto riguarda le verifiche dei contatori, Enel effettua periodicamente dei controlli a distanza dei gruppi di misura per garantirne il corretto funzionamento. In alcuni casi occorre una verifica del contatore direttamente sul posto attraverso il proprio personale qualificato, il quale è comunque sempre munito di tesserino. Le squadre operative, comunque, intervengono sempre sulla rete a monte dei contatori fino al gruppo di misura stesso e non sugli impianti elettrici privati all’interno delle abitazioni. Anche in questi casi, il personale di Enele e -distribuzione che interviene sul posto non è autorizzato a chiedere né accettare pagamenti dai clienti. E, soprattutto, nessun oggetto di valore, quale oro o argento, può essere richiesto con la scusa di far funzionare o sistemare il contatore: ogni strumento utile all’esecuzione di eventuali verifiche o interventi è in possesso dei tecnici di e-distribuzione. «Non consegnare mai – si raccomanda Enel – oggetti di valore a chi li chiede né metterli in frigorifero, per presunte fughe di gas o simili, si tratta soltanto di falsità».

il tirreno

ore: 13:17 | 

comments powered by Disqus