I furti nei supermercati aumentano a dismisura. A sparire sono creme, profumi e generi alimentari. E cresce anche la fantasia dei ladri che se ne inventano di tutti i colori pur di passare dalle casse con la refurtiva senza essere scoperti. Al Conad, per esempio, qualche giorno fa un uomo è stato bloccato dalla sicurezza perché era stato notato dal sistema di videosorveglianza mentre arraffava roba dagli scaffali e poi la nascondeva sotto gli indumenti. Ma quando è stato perquisito sotto la maglietta i vigilantes non hanno trovato nulla. Così è stato invitato a sfilarsi i calzoni e gli addetti alla sicurezza hanno scoperto che sotto indossava un paio di mutandoni abbondanti, che aveva preparato alla bisogna cucendo dei tasconi dove aveva messo la roba che rubava: c’erano scatolette di tonno, pezzi di parmigiano reggiano e altre confezioni di olive e sottaceti. L’uomo è stato denunciato.

 

il tirreno