ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

martedì, 29 settembre, 2015

https://www.antenna3.tv/2015/09/29/incendio-devasta-la-sede-di-apuafarma-mezzo-milione-di-farmaci-danneggiati/

Mediavideo Antenna3

UN NUOVO INCENDIO HA COLPITO UN FONDO DEL CENTRO TUSCANIA DI AVENZA. QUESTA VOLTA LE FIAMME HANNO DISTRUTTO UN NEGOZIO DI ACCESSORI PER ANIMALI, UNA DITTA DI CAFFE’ E LA SEDE DI APUAFARMA

di  Redazione web

Incendio ad Apuafarma la società partecipata del Comune di Carrara che gestisce i servizi cimiteriali e le farmacie. Le fiamme si sono sviluppate nella notte di lunedì 28 al centro Tuscania: l’allarme è scattato all’1,40. Distrutti un negozio di animali, gli uffici di Apuafarma e quelli di un’altra società che si trova sullo stesso piano.

Un boato nella notte ha svegliato gli abitanti di Avenza. Sono scoppiati i vetri di tutte le finestre del centro direzionale di Apuafarma in zona Turigliano. I vigili del fuoco hanno lavorato per ore per spegnere le fiamme.

Il primo bilancio dei danni è ingente: completamente distrutto il negozio Fido Discount e il magazzino di Apuafarma, a causa del calore, ha visto compromesse le scorte, pari a mezzo milione di euro di farmaci.

Le indagini della polizia procedono ad ampio raggio: il rogo ha origini dolose. Di grande importanza le immagini riprese dalla telecamere su uno dei lati del supermercato Esselunga che si trova a pochi metri di distanza dal luogo dove si è sviluppato l’incendio.

 

il tirreno

ore: 13:44 | 

comments powered by Disqus