Sono circa 17 milioni le risorse che la Regione destinerà al trasporto pubblico locale su gomma.. Lo prevede la proposta di legge sulla seconda variazione di bilancio per il 2012 che la giunta ha approvato ieri su proposta dell’assessore al bilancio finanza e rapporti istituzionali Riccardo Nencini. Le risorse serviranno a garantire il funzionamento del trasporto su gomma alla vigilia di un passaggio cruciale per la riforma del settore, che ha visto nei giorni scorsi la pubblicazione del bando per la gara per individuare gli operatori interessati a gestire il servizio. Una gara che, per la prima volta, sarà unica a livello regionale.

“La boccata di ossigeno per il trasporto pubblico su gomma – spiega l’assessore al bilancio Riccardo Nencini – è frutto della puntuale ricognizione della spesa fatta nelle scorse settimane dalla giunta regionale. Siamo così riusciti a realizzare economie che ci hanno consentito di recuperare, complessivamente, circa 19 milioni di euro. Sono risorse che possiamo utilizzare per integrare i capitoli di spesa lasciati sguarniti dai mancati trasferimenti dei fondi statali, sia per quanto riguarda le spese di parte corrente che gli investimenti”.

L’assessore Nencini sottolinea, in particolare, le modalità con cui la giunta è riuscita nell’intento di recuperare nuove risorse. “Di fronte ai ripetuti dinieghi del governo – afferma ancora Nencini – la Regione fa la sua parte per non impoverire settori cruciali per lo sviluppo della Toscana. In tempi brevissimi siamo riusciti a fare fronte a un’ennesima emergenza e, ancora una volta, ci siamo riusciti, dimostrando che la Toscana, da sempre regione virtuosa, riesce ancora a risparmiare e a far quadrare i conti, garantendo il livello dei servizi erogati”.

A sottolineare l’importanza della manovra per salvaguardare un servizio essenziale come quello del trasporto su gomma, fortemente penalizzato dai tagli del governo, è l’assessore ai trasporti Luca Ceccobao.

“Grazie alla manovra che la giunta ha approvato ieri – afferma Ceccobao – siamo riusciti a salvaguardare il servizio in un momento delicato come la ripresa dopo la pausa estiva. Ci auguriamo che, nel frattempo, vengano sbloccati i fondi a livello centrale, consentendoci così di attuare la riforma del trasporto pubblico locale che costituisce l’unica possibile risposta alla crescente domanda di trasporto da parte dei cittadini. Il governo, fino ad oggi, ha negato le risorse già concordate con le Regioni ed è per questo che la Toscana ha deciso, da sola, di farsene ancora una volta carico. Ma solo facendo partire le novità previste dalla riforma riusciremo gestire al meglio il servizio, razionalizzando la gestione e diminuendo i costi, rilanciandone così la competitività”.

Oltre a far fronte alle maggiori spese correnti nei settori dei trasporti, della sanità, dell’economia, della cultura, la variazione di bilancio approvata dalla giunta consente di reperire risorse per integrare, per il 2012, le spese per investimenti destinate alla ricostruzione della Lunigiana (5 milioni e 700 mila euro) che serviranno, in particolare, per il restauro o la ricostruzione di alcuni edifici scolastici danneggiati dall’alluvione dello scorso anno.