DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE DI MASSA

Il Consiglio Comunale di Massa, di fronte ai fatti gravi accaduti al casello autostradale di Massa, che colpiscono non solo i lavoratori direttamente coinvolti, ma la coscienza democratica di una intera comunità, che considera il lavoro un fondamento indispensabile della dignità umana

 

Esprime

solidarietà  ai lavoratori della Eaton, alle loro famiglie e alle organizzazioni sindacali

 

Condanna

ogni manifestazione di violenza da qualunque parte provenga

 

Chiede

che vengano accertate eventuali responsabilità in merito alla mancata gestione dell’ordine pubblico

 

Rileva

come la situazione di tensione nasca da un comportamento oltremodo arrogante e privo di senso di responsabilità della società Eaton SpA che, pur in presenza di proposte di reindustrializzazione da lei stessa giudicate concrete, per quanto non immediatamente eseguibili, nulla ha fatto per la aiutare il percorso in atto e consentire un futuro meno incerto ai lavoratori e alle loro famiglie.

Auspica

un impegno più efficace da parte del governo, che finalmente ha colmato la grave lacuna dell’assenza del Ministero dello Sviluppo Economico, affinché si dia attuazione all’impegno per la definizione di un Accordo di Programma che consenta l’individuazione delle risorse e delle procedure semplificate per il processo di reindustrializzazione dell’area.

 

Il Consiglio Comunale

Impegna pertanto il Sindaco e l’amministrazione

 

– a porre in essere tutte le azioni utili a promuovere, insieme all’accordo di programma, il concretizzarsi della reidustrializzazione, non escludendo, qualora si rendesse necessario, il ricorso all’istituto dell’esproprio, così come previsto dalla vigente normativa

– ad attivarsi verso la Eaton e presso i Ministeri competenti, per accelerare l’iter di approvazione della normativa sulla concessione della cassa integrazione in deroga, affinché si eviti il dramma della mobilità, che nel giro di 12 mesi lascerebbe la gran parte dei giovani lavoratori senza alcun supporto economico

– ad attivare uno speciale tavolo di crisi del Consiglio Comunale, per seguire l’evolversi di tutte le situazioni di crisi presenti sul territorio.