Si è svolto questa mattina a Firenze l’incontro tra i sindaci Pucci e Zubbani e l’assessore regionale Scaramuccia. Sul tavolo la questione delle dismissioni di alcuni edifici al momento adibiti ad uso sanitario. Se dalla vendita degli immobili e dalla variante d’uso la Regione conta di incassare in tutto 14 milioni di euro. Questi proverranno per la maggior parte dalla dismissione dell’Ospedale di Massa in seguito alla costruzione dell’ospedale unico, mentre su Carrara l’unica variante riguarderà la palazzina di Monterosso, che verrà adibita ad uso residenziale e commerciale. Se infatti inizialmente il programma prevedeva anche la soppressione del Civico carrarese, ad oggi, come più volte ribadito, l’intenzione è quella di trasformare la struttura in polo sanitario ambulatoriale, conservando così l’eccellenza del settore oncologico, potenziandolo con macchinari rinnovati, tra cui quello per la radioterapia e la mammografia. “Mi sono impegnato con l’assessore Scaramuccia a dare il via ai lavori per la variante”, ha affermato alla fine dell’incontro il sindaco Zubbani, “e già da lunedì ne parlerò approfonditamente con l’assessore all’Urbanistica Vannucci per studiare a tavolino le prime azioni necessarie”.