I nostri monti sono fragili, lo abbiamo scoperto in questi giorni e solo il numero di smottamenti presenti sulle colline del Candia risultano 62 e noi ne abbiamo documentati alcuni.

 Fa impressione osservare come il lavoro di anni e vigneti di una vita, tramandati di generazione in generazione siano stati distrutti in pochi secondi perché su quelle colline, vigne intere non ne sono rimaste molte.

 Impossibile vedere e farvi vedere il vero danno causato dal maltempo. Via dell’Uva è transennata, non si può percorrere in macchina, ma salendo a piedi visivamente si notano frane un po’ da ogni parte, se ne contano una quindicina solo nel primo tratto. Ed una particolarità: sembrano partire tutte dalla stessa altezza. Ai lati della strada cumuli di terre che dovranno essere smaltite, le case sono vuote. Non abbiamo incontrato nessuno nel nostro particolare tour sulle colline del Candia, solo una pattuglia della Polizia Municipale per sopralluoghi continui.