“Sono venuto a conoscenza del rischio occupazionale alla Fermet di Massa da questa interrogazione e dalle notizie apparse sulla stampa. I miei uffici non sono mai stati coinvolti né dai sindacati né dagli enti locali”. Lo ha detto l’assessore al Lavoro, Gianfranco Simoncini, rispondendo a un’interrogazione del consigliere Jacopo Ferri (Pdl) circa i rischi occupazionali alla Fermet di Massa, rischi legati alla difficoltà di ottenere i nulla osta da parte del Comune apuano per il trasferimento in un’altra area. “Ho scritto al sindaco di Massa – ha aggiunto Simoncini – e mi è stata assicurata una pronta risposta. Continueremo a seguire la vicenda, affinché si giunga, come auspica Confindustria a livello locale, ad una soluzione positiva e condivisa”.

“Ringrazio l’assessore della disponibilità e della risposta – ha commentato Ferri – La Fermet è un’azienda solida che ha la necessità di trasferirsi in altra zona del territorio e che sta incontrando difficoltà a causa delle posizioni del Comune di Massa. Le risposte devono arrivare entro la fine di ottobre e mi auguro, quindi, che il sindaco di Massa risponda presto alle sollecitazioni dell’azienda e della Regione