Viale XX settembre, Marina di Carrara. Un bar è stato teatro di una violenta lite esplosa in tarda serata che ha avuto per protagonisti alcuni cittadini extracomunitari. Due i feriti, e alcuni danni alle strutture del locale, è il bilancio della serata. Sull’episodio, sono in corso le indagini avviate dal Commissariato di Carrara che ha ricostruito l’andamento dei fatti: sembra si sia trattato di una aggressione da parte di tre marocchini ad un loro connazionale. La discussione, iniziata all’interno del locale, è poi degenerata e uno dei tre nordafricani si è rifugiato all’interno del bar, dove è stato raggiunto dagli altri. Nella rissa, è stata infranta una vetrina del locale, sono state gettate a terra alcuni soprammobili e parte della merce in vendita. I proprietari hanno cercato di riportare la calma e hanno messo in fuga due degli aggressori; mentre gli altri due, rifugiatisi in cucina, sono stati raggiunti dalle volanti chiamate sul posto dai titolari del bar. I due extracomunitari se la sono cavata con 7 e 10 giorni di referto per ferite da taglio e contusioni su varie parti del corpo. Uno dei fuggitivi è stato identificato, mentre si sta cercando il quarto. I tre extracomunitari di 18, 23 e 29 anni sono stati deferiti all’autorità giudiziaria. E un altro fatto di cronaca si è registrato a Carrara: l’alcool ha causato un incidente, all’incrocio tra via Carriona e via Cavour. Una moto di grossa cilindrata è finita contro un’automobile parcheggiata. Il conducente del motoveicolo, 35 anni di Carrara, ha perso il controllo del mezzo. Se la caverà con 25 giorni di referto. I militari hanno però rilevato un valore di alcool nel sangue pari a 3.42 grammi per litro, a quasi 7 volte in più di quello ammesso dal Codice della Strada, che è di 0.50 grammi per litro. E’ scattato il ritiro della patente di guida e il sequestro della moto.