Approvata la delibera che stanzia fondi per il servizio idrico integrato. La Regione, infatti,  ha approvato i sei piani stralcio degli  Ato toscani e ha erogato 20 milioni di euro che serviranno a cofinanziare gli interventi di adeguamento degli scarichi più importanti nell’intera Toscana. Un complesso importante di opere che, tra fognature e impianti di depurazioni, vale 374 milioni di euro.  Alcuni impianti nasceranno ex novo, altri saranno adeguati, ingranditi e migliorati: in tutto sono 22 le opere che godranno del contributo regionale e che renderanno l’acqua della nostra regione  più pulita. Tra questi rientra l’adeguamento dell’impianto di Lavello a Carrara e Massa e di quello di Querceta a Forte de Marmi.