NEL TG DI DOMANI LA 4° PARTE DEL DOSSIER RUMIANCA

 

Dopo le sconcertanti rivelazioni che antenna3 sta mandando in onda sulla fabbrica Rumianca, rivelazioni che arrivano direttamente da due ex operai ancora profondamente scossi da quello che avvenica in quella fabbrica e che hanno pagato caro il loro lavoro lì, arrivano gli interventi di due forze politiche: l’idv di Massa  Carrara e Sinistra Ecologia e Libertà nella persona del Consigliere Comunale Simone Ortori. Secondo l’Idv il caso rumianca è emblematico, una fabbrica chiusa da ben ventisei anni e che non è ancora stata bonificata con ben 200mila metri quadri di prezioso suolo produttivo inutilizzato. Per l’idv è  quindi estremamente importante e urgente rimuovere l’inquinamento della falda e del sottosuolo che rappresentano ancora un pericolo per la salute della popolazione, come purtroppo evidenziano le indagini che fanno assurgere la Provincia di Massa Carrara ai più alti livelli nazionali per l’incidenza dei tumori. Per amore di questa terra non dobbiamo tacere, dice invece il consigliere sel Ortori: la drammatica testimonianza dei  lavoratori  ex-Rumianca  ci deve imporre una priorità; quella della conoscenza di ciò che è occultato nella terra e imprigionato nei pozzi, oltre che è stato fatto respirare per anni a operai e popolazione. La cosa peggiore sarebbe lasciare cadere nel silenzio il grido di rabbia e dolore di quanti hanno provato sulla propria pelle il tallone dell’industria chimica a Massa-Carrara. Ortori  proporrà, tramite un’interpellanza, al Sindaco Roberto Pucci di convocare un Consiglio Comunale che sappia recuperare il bisogno di conoscenza, di verità e di giustizia che in questi giorni si è drammaticamente espresso.