ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

lunedì, 28 dicembre, 2009

https://www.antenna3.tv/2009/12/28/sessanta-ovuli-di-cocaina-nella-pancia-corriere-rischia-di-morire-sull%e2%80%99a12/

Mediavideo Antenna3

Sessanta ovuli di cocaina nella pancia Corriere rischia di morire sull’A12

di  Redazione

Aveva ingerito una sessantina di ovuli di cocaina, la ragazza dominicana che è stata salvata in extremis dopo essersi sentita male in una stazione di servizio lungo dell’autostrada A12; una volta ristabilita, è stata arrestata per traffico internazionale di stupefacenti.

Secondo quanto ricostruito, la ragazza, che arrivava da Barcellona, si sarebbe sentita male durante una sosta del pullman sul quale viaggiava verso la Spezia , dove avrebbe dovuto consegnare il carico di droga; alcuni viaggiatori, allarmati dalle sue condizioni, hanno chiesto aiuto.

I carabinieri della Spezia, che negli ultimi anni hanno intercettato decine di corrieri di questo tipo, quasi sempre membri della comunità dominicana, hanno subito realizzato che cosa stava accadendo; hanno accompagnato la ragazza al pronto soccorso dell’ospedale civile spezzino, dove gli esami radiografici hanno confermato la presenza di numerosi corpi estranei nel suo apparato digerente.

La ragazza aveva in corpo circa 750 grammi di droga; dopo essere stata dimessa dall’ospedale è stata portata nel carcere femminile di Genova Pontedecimo, in attesa dell’udienza di convalida del fermo

da Il Secol0 XIX

ore: 13:04 | 

comments powered by Disqus