ore:  13:33 | Emessa allerta ARANCIONE pr domani domenica dalle 6 alle 15

ore:  13:04 | BERGIOLA MAGGIORE – divieto di utilizzo dell’acqua per il consumo umano fino al ripristino dei parametri.

ore:  18:15 | Domani scuole chiuse in tutti i comuni della Lunigiana a causa dell’allerta arancione

ore:  13:24 | Allerta codice Arancio per Temporali Forti e Rischio Idrogeologico dalle ore 7 alle ore 23.59 di Giovedì 16 settembre 2021, preceduto da allerta codice giallo dalle ore 00 alle ore 7 di Giovedì 16 sttembre 2021.

ore:  14:44 | Mareggiate e vento, codice giallo su costa centro-nord e appennino orientale fino alle 24 di giovedì 5 agosto

venerdì, 16 maggio, 2014

http://www.antenna3.tv/2014/05/16/la-truffa-della-rivista-dei-carabinieri-la-denuncia-degli-artigiani-numerose-segnalazioni-nelle-ultime-settimane/

Mediavideo Antenna3

LA TRUFFA DELLA RIVISTA DEI CARABINIERI, LA DENUNCIA DEGLI ARTIGIANI Numerose segnalazioni nelle ultime settimane

di  Redazione web

carabinierre rivistaOcchio alla truffa della rivista dei Carabinieri. Dopo la truffa del “diritto annuale” per l’improbabile iscrizione al portale multiservizi riservato alle ditte iscritte alla Camera di Commercio alcuni mesi fa, un altro raggiro sta tentando artigiani ed imprenditori apuani: quella della rivista dell’Arma dei Carabinieri. Si sono moltiplicate, in queste settimane, le segnalazioni da parte di artigiani raggiunti telefonicamente ad un operatore con la proposta di sottoscrivere un abbonamento ad una rivista “vicina” all’Arma dei Carabinieri.  A segnalarlo è Cna  (info su www.cna-ms.it).

Tra gli artigiani raggiunti anche il Presidente Provinciale, Paolo Bedini che fiutato il “raggiro” ha tenuto al telefono l’operatore per quasi venti minuti cercando di capire meglio fin dove la truffa potesse spingersi. “L’operatore – spiega Bedini – mi ha proposto di sottoscrivere un abbonamento con una rivista dei Carabinieri cercando di fornire anche rassicurazioni sulla sede provinciale ubicata nel centro di Massa dietro ad una improbabile edicola insieme altre indicazioni poco chiare e confuse”. La truffa non è nuova. Basta fare un giro su internet per scoprirne i dettagli. Dalle Isole fino al Nord più estremo la truffa della rivista ha tentato, in questi anni, un po’ tutti cercando di convincere l’ignaro lettore-utente sfruttando il buon nome del l’Arma o della Polizia di Stato adducendo le scuse più diverse, dal finanziamento delle azioni di controllo sul territorio alle attività dei pensionati. Esiste ed è una testata regolarmente registrata la rivista dei Carabinieri così come esiste una testata ufficiale della Polizia di Stato ma non è proposta ne telefonicamente ne con il porta a porta. “Segnaleremo il fatto all’Arma provinciale e alla Polizia di Stato – spiega Bedini – e ai nostri associati con l’obiettivo di evitare che qualcuno cada nella rete. Fate attenzione”.

ore: 11:49 | 

comments powered by Disqus