ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

mercoledì, 2 ottobre, 2013

http://www.antenna3.tv/2013/10/02/pontremoli-arresti-per-furto-di-rame-da-parte-dei-carabinieri/

Mediavideo Antenna3

Pontremoli: arresti per furto di rame da parte dei Carabinieri

di  Redazione web

CARABINIERI bravoI carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Pontremoli, verso le 2.00 della scorsa notte, in territorio del Comune di Villafranca in Lunigiana,  hanno tratto in arresto per furto, due soggetti del luogo:

–       Calaudi Luigi, 28enne, nullafacente, di Mulazzo;

–       Bostan Daniel Costantin, 38enne, originario della Romania, da tempo residente a Licciana Nardi, disoccupato.

I due, intercettati dalla pattuglia dei carabinieri in servizio di perlustrazione sulla SS.62 della Cisa, venivano  fermati  a bordo di un’autovettura, risultata poi di proprietà di Calaudi.

A conclusione della perquisizione, i carabinieri rinvenivano all’interno dell’autovettura oltre 80 Kg di rame, diversi oggetti da scasso ed una motosega.

Ulteriori accertamenti permettevano di scoprire che il materiale rinvenuto nell’autovettura era stato asportato poco prima da un magazzino nella zona industriale di Pontremoli.

La refurtiva, del valore di oltre mille euro, dopo il riconoscimento, veniva restituita al legittimo proprietario. Gli arnesi da scasso, invece, venivano sequestrati.

I due individui, dopo le formalità di rito, venivano arrestati e trattenuti in camera di sicurezza in attesa del giudizio per direttissima.

Alle 12, fatti comparire davanti al Giudice del Tribunale di Massa, i due arrestati venivano giudicati con rito direttissimo e condannati: Calaudi ad un anno e un mese di reclusione; Bostan a quattro mesi di reclusione.

Per entrambi veniva disposta la sospensione della pena e, quindi, venivano rimessi in libertà.

ore: 17:20 | 

comments powered by Disqus