ore:  13:33 | Emessa allerta ARANCIONE pr domani domenica dalle 6 alle 15

ore:  13:04 | BERGIOLA MAGGIORE – divieto di utilizzo dell’acqua per il consumo umano fino al ripristino dei parametri.

ore:  18:15 | Domani scuole chiuse in tutti i comuni della Lunigiana a causa dell’allerta arancione

ore:  13:24 | Allerta codice Arancio per Temporali Forti e Rischio Idrogeologico dalle ore 7 alle ore 23.59 di Giovedì 16 settembre 2021, preceduto da allerta codice giallo dalle ore 00 alle ore 7 di Giovedì 16 sttembre 2021.

ore:  14:44 | Mareggiate e vento, codice giallo su costa centro-nord e appennino orientale fino alle 24 di giovedì 5 agosto

lunedì, 4 gennaio, 2021

https://www.antenna3.tv/2021/01/04/benedetti-inopportuno-lintervento-dellass-monni-lerosione-e-iniziata-da-decenni-i-lavori-fatti-nel-corso-degli-anni-inutili-e-costosi/

Mediavideo Antenna3

BENEDETTI-Inopportuno l’intervento dell’Ass.Monni. L’erosione è iniziata da decenni. I lavori fatti nel corso degli anni inutili e costosi.

di  redazione web

L’intervento sull’erosione manifestato pubblicamente attraverso gli organi di informazione  dall’Assessore Regionale Monia Monni  , è da considerarsi  fuori luogo per due motivi. Prima di tutto  perchè i fenomeni di erosione della costa apuana sono iniziati molti anni fa a partire dalle grandi mareggiate come quella del 1949 e così a seguire molte altre volte nel corso degli  anni.
Il secondo motivo scaturisce dal fatto che il Sindaco Persiani e l’ Amministrazione Comunale, si sono insediati solo due anni e mezzo fa e quindi difficilmente possono essere considerati responsabili alla pari di un Centro Sinistra, che nel merito non ha mai ottenuto dei risultati positivi, nonostante abbia speso inutilmente somme da capogiro e governato la Regione da sempre. Il problema sta proprio in questi termini. Non sono tanto i fondi investiti negli anni nella lotta all’erosione a fare la differenza, ma la dimostrata  incapacità di mettere in atto progetti e strategie efficaci, infatti, la storia ci racconta di situazioni paradossali ed addirittura imbarazzanti, legate proprio ai soldi pubblici gettati al vento.
Durante l’era Pucci furono spesi ben 10.000.000.000 di lire e successivamente ne  furono spesi 3.147.912,00 euro per l’installazione di 7 km di inutili geotubi, che in breve si staccarono dal fondo marino rompendosi e  tornando verso la riva come balene arenate. Non possiamo neanche dimenticare gli interventi di recupero e di riequilibrio del litorale dei Comuni di Massa e Montignoso nel tratto compreso tra il Fiume Frigido e il Fiume Versilia,  per un importo pari ad euro 14.650.000,00, oltre IVA.
Tutti lavori inutili e costosi che sono stati pagati con i soldi dei cittadini. La situazione, ad oggi, non è cambiata e  assistiamo costantemente a mareggiate che continuano imperterrite a mangiare la costa con l’ aggravante dell’ aumento dell’ erosione, che attualmente interessa fortemente anche il versante versiliese. Ampliamento del Porto di Marina di Carrara, correnti confluenti, erosione naturale ? Il dibattito intanto continua ma la soluzione non è ancora stata individuata e nel  frattempo a pagarne le conseguenze sono gli imprenditori locali, che hanno investito sul settore balneare e turistico, subendo direttamente  e personalmente  le conseguenze di una politica regionale palesemente fallimentare.
Bene avrebbe fatto l’ Assessore Monni a tacere, quanto meno per rispetto della nostra cittadinanza ed il consiglio spassionato, è quello di cambiare mestiere, perché l’ Assessore non viene pagato per sparare pubblicamente  castronerie sui giornali o sui social, ma per averne dei ritorni economici ed ambientali positivi, favorevoli e di diretto interesse economico del territorio e delle categorie coinvolte.

STEFANO BENEDETTI

 VICE COORDINATORE PROVINCIALE
  DI FORZA ITALIA

ore: 9:05 | 

comments powered by Disqus