«Il sostegno alle famiglie in difficoltà è uno dei compiti più importanti e delicati per un’amministrazione comunale, per questo motivo abbiamo deciso di aumentare le risorse del fondo destinato alla riduzione o esenzione dal pagamento della TARI». È l’affermazione dell’Assessore Giorgia Podestà al termine del Consiglio di Giunta di mercoledì scorso con il quale è stata decisa la nuova e importante misura “sociale” rivolta ai cittadini di Montignoso in situazioni di disagio e svantaggio economico.

La TARI, tariffa sui rifiuti, esiste dal 1 gennaio 2014 nell’ambito della nuova Imposta Unica Comunale (IUC) su tutto il territorio nazionale ed è destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

«Stiamo parlando di un fondo estremamente significativo considerando le ristrettezze finanziarie e le coperture che vivono i Comuni ogni giorno e ammontante a 15.673,50 euro – continua l’Assessore – questo ci permetterà di attivare importanti riduzioni ed esenzioni sulla TARI 2018 sulla base di parametri economici. Grazie infatti al bando che avevamo attivato a giugno scorso il Comune ha ricevuto numerose domande di partecipazione e proprio per riuscire a coprire tutte le richieste di sostegno abbiamo deciso di aumentare il fondo».

Il bando attivato dal Comune di Montignoso tra il mese di giugno e luglio scorso era rivolto ai nuclei familiari con valore ISEE fino a 3.000 euro per l’ottenimento di un’esenzione completa del tributo mentre per i soggetti con valori compresi tra 3.001 e 6.000 euro una riduzione del 50%. Tra i destinatari del bando anche coloro che pur avendo dei valori ISEE al di sopra dei limiti richiesti si siano trovati in stato di disoccupazione o iscrizione alle liste di mobilità.